Il ruolo dell'animatore nell'oratorio

Competenze e strumenti per gestire e progettare l'attività educativa

La formazione permanente è uno strumento indispensabile per permettere agli animatori degli oratori di svolgere il proprio servizio, sia a livello volontario che professionale, mantenendo alta la qualità nell’educazione dei giovani. Don Bosco, nella concretizzazione della sua proposta, si accorse come proprio l’aspetto formativo fosse un trampolino di lancio verso il futuro, affinché le giovani generazioni potessero essere preparate ad affrontare le sfide della vita.

Questo corso ti permetterà di:
• comprendere gli elementi costitutivi del ruolo dell’animatore e arricchire conoscenze e competenze relative alla gestione dei gruppi e alle dinamiche psicosociali;
• valorizzare e comprendere la potenzialità della relazione quale strumento educativo, aumentando il bagaglio degli strumenti educativi;
• approfondire la dimensione delicata del conflitto, comprendendo l’impatto del disagio interiore su ogni relazione e valorizzando lo scontro come opportunità e risorsa di cambiamento;
• acquisire gli elementi fondamentali di una progettazione competente, orientandosi nella lettura dei bisogni dei contesti vissuti;
• individuare e condividere le competenze di base di un animatore, valorizzandone la funzione educativa e formativa.

2 giorni
tra ottobre e novembre 2019

12 ore

Roma, Milano

• Animatori ed educatori che operano negli oratori
• Responsabili degli oratori
• Professionisti e volontari

I ruoli. Il gruppo e le sue dinamiche
• conoscere il funzionamento dei ruoli sociali;
• mettere in relazione status e identità sociale con l’assunzione/attribuzione di ruoli;
• indagare i confini dell’autonomia.

L’empatia. La relazione tra educatore ed educando
• comprendere l’importanza della sospensione del giudizio;
• sviluppare la dimensione dell’ascolto;
• implementare la capacità degli educatori di essere supporto e stimolo per gli educandi.

Il disagio. La gestione del conflitto
• supportare e favorire una presa di consapevolezza del proprio mondo interiore;
• individuare e conoscere le differenti modalità di risoluzione del conflitto;
• affinare le competenze di problem solving.

L’ascolto. L’analisi dei bisogni
• comprendere e decodificare i bisogni insiti in contesti e gruppi;
• apprendere e assimilare gli strumenti della progettazione, dalla definizione alla verifica;
• assimilare competenze di pianificazione e risk management.

La competenza. Animatore, educatore e testimone
• rinforzare la consapevolezza del ruolo ricoperto dagli animatori;
• fornire nuovi spunti e competenze per il servizio in oratorio.

I ruoli. Il gruppo e le sue dinamiche
• leggere e comprendere le dinamiche relazionali e psicologiche del gruppo;
• condurre gruppi grazie alla gestione delle dinamiche relazionali e dei ruoli.

L’empatia. La relazione tra educatore ed educando
• fornire risposte efficaci su misura ai bisogni degli educandi;
• coltivare dialogo e confronto quale strumento di crescita;
• gestire la relazione educativa ponendo al centro le risorse dell’educando.

Il disagio. La gestione del conflitto
• gestire il disagio legato a vissuti e aspettative;
• discernere il problema oggettivo dalle riletture personali;
• gestire i conflitti positivamente, quali risorse concrete di rinnovamento.

L’ascolto. L’analisi del bisogno
• analizzare e decodificare i contesti d’intervento;
• gestire gli strumenti della progettazione a seconda delle fasi di realizzazione;
• predisporre adeguati strumenti di verifica;
• capacità di sintesi.

La competenza. Animatore, educatore e testimone
• educare nell’informalità;
• agire consapevolmente all’interno del contesto d’appartenenza;
• educare attraverso le parole, gli atteggiamenti e le scelte.

• 290 € + iva
• 260 € + iva per:
– chi ha compilato la manifestazione di interesse
– i clienti Banco BPM o Cattolica Assicurazioni
• 240 € + iva per chi si iscrive a due o più corsi

La quota comprende
• iscrizione al corso
• materiali didattici
• pranzi di entrambe le giornate

Il corso si terrà con un minimo di 20 e un massimo di 30 partecipanti.