Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’educatore professionale in oratorio / 4

L’intervento di Elisabetta Gualmini, assessore al welfare della Regione Emilia Romagna, al seminario “Dalla necessità al progetto. L’educatore professionale in oratorio”.

Vi proponiamo l’intervento di Elisabetta Gualmini, vicepresidente e assessore alle Politiche di welfare e abitative della Regione Emilia Romagna, al seminario “Dalla necessità al progetto. L’educatore professionale in oratorio”, tenutosi il 18 novembre 2016 a Bologna e organizzato dal TECO – Tavolo Educatori Cooperative Oratorio in collaborazione con le cooperative Altra Tensione, AnimaGiovane, Aquila e Priscilla, Curiosarte, Don Bosco, Eidè, ET – Educatori di Territorio, Pepita e con il sostegno di Confcooperative Emilia Romagna, FOI – Forum Oratori Italiani, ReteSicomoro. Di seguito, potete anche trovare alcuni spunti di riflessione dalle parole di Elisabetta Gualmini.

“E’ tempo di lavorare insieme!”. È un vero e proprio monito quello che arriva da Elisabetta Gualmini. Un appello ragionato e motivato che non può lasciare indifferente il mondo degli oratori, perché la Regione Emilia Romagna ha dato una maggiore priorità all’attività svolta dagli oratori nella legge riscritta dal Consiglio Regionale per le giovani generazioni. Per educare oggi i ragazzi e gli adolescenti, che formano la propria identità sia online che offline, che crescono in un paese sempre più multiculturale e multietnico, occorre l’impegno di tutti e l’unione delle forze per non disperdere le energie in questo compito così difficile e delicato ma altrettanto importante, bello e affascinante.

Gli oratori devono assolutamente farsi carico di questo appello, uscire dal loro guscio e dialogare senza paura e preclusioni con le istituzioni. È tempo di confrontarsi con tutti coloro che hanno a cuore l’educazione dei ragazzi, è tempo di affiancare le famiglie nel delicato compito di accompagnare gli adolescenti nella loro crescita, è tempo di costruire relazioni con chi lavora con e per i giovani.

E l’assessore Gualmini apre le porte a questa collaborazione: “io chiedo agli oratori, quindi, di collaborare, di venirci a trovare, di venirci a rompere le scatole. Veniteci a chiedere come funzionano i bandi, venite a chiedere informazioni…”. Un’apertura importante anche per quel che riguarda i finanziamenti che sono necessari per garantire professionalità e competenza nel campo educativo. E questa è un’altra grande sfida che gli oratori devono affrontare!

Andrea Ballabio
cooperativa Pepita

Ascolta tutti gli interventi

Sei interessato a questo argomento? Clicca qui per chiedere gratuitamente informazioni a un esperto!