Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’educatore professionale in oratorio / 10

L’intervento di Angela Malandri della cooperativa sociale Eidè al seminario “Dalla necessità al progetto. L’educatore professionale in oratorio”.

Vi proponiamo l’intervento di Angela Malandri della cooperativa sociale Eidè al seminario “Dalla necessità al progetto. L’educatore professionale in oratorio”, tenutosi il 18 novembre 2016 a Bologna e organizzato dal TECO – Tavolo Educatori Cooperative Oratorio in collaborazione con le cooperative Altra Tensione, AnimaGiovane, Aquila e Priscilla, Curiosarte, Don Bosco, Eidè, ET – Educatori di Territorio, Pepita e con il sostegno di Confcooperative Emilia Romagna, FOI – Forum Oratori Italiani, ReteSicomoro. Di seguito, potete trovare alcuni spunti di riflessione dalle parole di Angela Malandri.

Un educatore retribuito presente in oratorio favorisce od ostacola il volontariato e la partecipazione della comunità? Come posso fare per sostenere i costi di un educatore retribuito? Come posso mantenere la titolarità dell’educazione e della pastorale se mi affido al personale di una cooperativa sociale? Quale formazione deve avere un animatore professionale di oratorio?

La risposta a queste domande la si può trovare nella storia del Progetto Oratori della Diocesi di Parma, gestito dalla cooperativa sociale Eidè. La lunga storia che il progetto ha alle spalle, essendo nato nel 1999, ci permette di condividere alcune riflessioni che nascono proprio dalla nostra esperienza, che nell’intervento cerchiamo di mettere a disposizione di tutti coloro che vogliano intraprendere la sfida di riaprire un oratorio.

Angela Malandri
cooperativa Eidè

Ascolta tutti gli interventi

Sei interessato a questo argomento? Clicca qui per chiedere gratuitamente informazioni a un esperto!