Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La concordia del Nuovo e dell’Antico Testamento

San Giovanni in Fiore (CS). Il Centro Internazionale di Studi Gioachimiti invita alla presentazione del volume di Gioacchino da Fiore del 20 maggio 2022.

Il Centro Internazionale di Studi Gioachimiti invita all’incontro di presentazione del volume di Gioacchino da Fiore “La concordia del Nuovo e dell’Antico Testamento”, tradotto in italiano e commentato da Gian Luca Potestà, professore ordinario di Storia del cristianesimo all’Università Cattolica di Milano e direttore del comitato scientifico del Centro. Il professore terrà la sua relazione venerdì 20 maggio 2022 alle ore 18:00 presso la chiesa abbaziale florense di San Giovanni in Fiore (Cosenza).

Nell’esegesi medievale, la concordia indica la relazione fra i due Testamenti: il Nuovo è in armonia con l’Antico, superandolo e completandolo. Per Gioacchino, invece, la concordia va cercata non fra due libri, bensì fra vicende e soggetti della storia universale, che mette a confronto dopo averli disposti in serie parallele scandite dal succedersi delle generazioni. In un grandioso affresco, la sua aritmetica teologica vuole mostrare il ritmo divino della storia e l’imminenza dell’Anticristo e della successiva età sabatica finale. “La Concordia del Nuovo e dell’Antico Testamento” è un’impresa totale. Attingendo ai racconti biblici e a storie e cronache antiche e medievali, Gioacchino da Fiore offre un arsenale grandioso di schemi apocalittici, di figure messianiche, di istanze profetiche e riformatrici, destinato a improntare per secoli speranze e attese di cambiamento.