Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Nature inquiete

Faenza (RA). Dal 4 settembre al 10 ottobre 2020 il Museo Diocesano propone una mostra con sguardi di artisti sul paesaggio.

Dal 4 settembre al 10 ottobre 2020 il Museo Diocesano di Faenza, in collaborazione con il Comune di Faenza e l’Ufficio per la Pastorale della Cultura della Diocesi di Ravenna-Cervia, propone la mostra, a cura di Giovanni Gardini, “Nature inquiete. Sguardi d’artista sul paesaggio”, ospitata presso la Chiesa di Santa Maria dell’Angelo di Faenza (via Santa Maria dell’Angelo).

Luca Freschi, Takako Hirai, Enrico Minguzzi e Giorgia Severi saranno gli artisti protagonisti di questa esposizione, che mira a far riflettere sulla natura attraversata dalla storia, dalla cultura e dal lavoro dell’uomo, una natura carica di tensioni nel suo essere insieme giardino primigenio e stratificazione di detriti, luogo della ferita e della cura.

L’inaugurazione avverrà venerdì 4 settembre alle ore 19:00, fino alle 21:30. Gli orari della mostra sono: martedì dalle 10:00 alle 12:30; venerdì dalle 16:30 alle 18:30; sabato dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 18:30. In occasione di “Made in Italy 2020: la ceramica italiana guarda al futuro”, ci saranno due aperture straordinarie: sabato 5 settembre dalle 10:00 alle 22:00 e domenica 6 settembre dalle 10:00 alle 19:00. L’ingresso è libero.

Per informazioni
E-mail info@museodiocesanofaenza.it