Diango Hernández: desideri di luce. Rifrazioni

Milano. Il 4 aprile 2024 la Galleria della Fondazione Culturale San Fedele inaugura questa mostra, che rimarrà aperta fino al 25 maggio 2024.

Presso la Galleria della Fondazione Culturale San Fedele di Milano (via U. Hoepli 3A), giovedì 4 aprile 2024 alle ore 18:00 verrà inaugurata la mostra “Diango Hernández: desideri di luce. Rifrazioni”, personale dell’artista cubano nato nel 1970 curata da Andrea Dall’Asta e realizzata in collaborazione con Wizard Gallery.

L’esposizione si articola come un’unica installazione il cui filo conduttore è la luce. Le opere seguono infatti una logica narrativa che pone in relazione luce e desiderio. Così, la sequenza All hands, che presenta mani ritratte alla ricerca della luce, ha come punto focale un crocefisso, a significare che l’esistenza umana va interpretata alla luce di una trascendenza, di un assoluto. In questo caso, di un uomo che è luce del mondo.

Al cuore del progetto espositivo, alcuni dipinti a olio lasciano intravedere spazi luminosi filtrati come da finestre dai vetri traslucidi e corrugati, il cui telaio si presenta a forma della croce. Anche se non vediamo con precisione quei luoghi che ci appaiono sfuocati e lontani, intuiamo la quieta pace di un oltre, come se ci trovassimo davanti al diaframma del moto ondoso di una soglia da attraversare, di un velo acqueo da infrangere perché ci tuffiamo in quella luce.

All’ingresso della Galleria, la presenza di una scultura allude a un albero dietro il quale è posto un fondale di quattro grandi tele astratte nei toni del verde e dell’azzurro che ricordano la fluidità delle meravigliose profondità marine, ma anche gli spazi di un luminoso giardino le cui fronde degli alberi sono accarezzate dal soffio del vento. Se seguiamo la simbolica biblica della Gerusalemme celeste, quella scultura può alludere all’albero della vita che esprime i desideri più profondi inscritti nell’essere umano di esser e fecondo, di guarire dalle malattie fisiche e morali, di porre fine all’esperienza del dolore.

La mostra continua con un piccolo spazio completamente rivestito con alcune tele di Cantos de sirenas, dipinte nelle accese cromie del rosso: siamo qui invitati a vivere l’esperienza immersiva di un’affascinante cappella cromatica che accoglie una scultura dell’autore a forma di busto, un rimando a quello del crocefisso. La mostra si completa infine con un’opera pittorica sul tema della soglia, collocata nel Museo San Fedele e appositamente realizzata per l’occasione.

L’esposizione rimarrà aperta fino al 25 maggio 2024 dal martedì al sabato dalle ore 14:00 alle 18:00. Al mattino si può visitarla su appuntamento. mentre rimarrà chiusa nei giorni festivi. Venerdì 12 e sabato 13 aprile l’apertura sarà dalle 10:00 alle 18:00.

Per informazioni
E-mail sanfedelearte@sanfedele.net
Telefono 02 86352233