Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il numero dei cattolici nel mondo cresce dell’1,1%

L’Annuarium Statisticum Ecclesiae rende noti i numeri globali di fedeli, sacerdoti e operatori pastorali della Chiesa Cattolica.

Secondo i dati resi noti con l’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2017, redatto dall’Ufficio Centrale di Statistica della Chiesa assieme all’Annuario Pontificio 2019, nel mondo i cattolici battezzati sono 1.313 milioni, pari al 17,7% della popolazione di 7.408 milioni, con una crescita globale dell’1,1%. Il 48,5% sono in America (con una crescita dello 0,96%), il 21,8% in Europa (con un trend quasi nullo pari a +0,1%), il 17,8% in Africa (+2,5%), l’11,1% in Asia (+1,5%) e l’0,8% in Oceania. Nella popolazione americana i cattolici rappresentano il 63,8% degli abitanti (con differenze rilevanti: 24,7% nel Nord America, 84,6% nell’America Centrale e 86,6% nell’America del Sud), in quella europea il 39,7%, in quella africana il 19,2% e in quella asiatica il 3,3%.

Sempre con riferimento all’anno 2017 rispetto al precedente, nel mondo crescono dello 0,5% le persone impegnate nell’apostolato: sono 4.666.073 unità. Mentre i sacerdoti sono diminuiti, per la prima volta dal 2010, da 414.969 a 414.582, risultano in crescita i vescovi, i diaconi permanenti, i missionari laici e i catechisti. In generale, il rapporto percentuale tra l’insieme dei chierici e il totale degli operatori pastorali risulta del 10,4% (19,3% in Europa, 18,2% in Oceania, una percentuale prossima a quella mondiale in Asia, 8,4% in America, 6,4% in Africa).

Anche i candidati al sacerdozio nel pianeta sono in diminuzione dello 0,7%: sono passati da 116.160 nel 2016 a 115.328 nel 2017. Il calo è molto evidente in Europa e in America, mentre in Africa e Asia il flusso è soddisfacente. L’Europa contribuisce per il 14,9% al totale mondiale, l’America per il 27,3%, l’Asia per il 29,8% e l’Africa per il 27,1%.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print