Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il nuovo osservatorio permanente su pluralismo religioso in Italia

Con questo strumento l’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso vuole aprire porte e costruire ponti.

L’incontro “Missione e visione” che si è tenuto dal 17 al 19 settembre 2021 a Roma e ad Assisi è stato l’occasione per l’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI di presentare la nascita di un Osservatorio permanente. Questo, come ha detto il presidente della CEI mons. Gualtiero Bassetti nel suo intervento iniziale, sarà uno strumento che permetterà di lavorare attivamente sul territorio e incoraggiare tutte le comunità a sentirsi coinvolte su un tema fondamentale qual è il pluralismo religioso. Inoltre, esso avrà il compito di sostenere la creazione di reti tra le diocesi e le regioni italiane per la promozione del dialogo e una collaborazione fattiva.

Come si legge su Agenzia Sir, Maurizio Ambrosini, sociologo dell’Università Statale di Milano, nel presentare l’inedito progetto sulla presenza di chiese e comunità di altre confessioni cristiane e di altre religioni presenti in Italia ha parlato della necessità di mappare il pluralismo religioso in Italia mediante il coinvolgimento dei soggetti impegnati nel dialogo ecumenico e interreligioso a livello locale. Per questo, l’osservatorio sarà un aiuto per le diocesi, non solo per la raccolta di informazioni, ma anche per l’ideazione di percorsi di incontro. L’obiettivo, dunque, è quello di passare dall’approssimazione alla consapevolezza.

Nel concreto, saranno individuati dei delegati incaricati di redigere delle schede dove raccogliere dati a fini statistici e, sulla base di essi, sviluppare una conoscenza puntuale per elaborare forme di dialogo con le presenze religiose non cattoliche del territorio. Sull’argomento, segnaliamo due documenti ufficiali utili per approfondire questi temi: Il vescovo e l’unità dei cristiani: vademecum ecumenico del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani e La solidarietà interreligiosa al servizio di un mondo sofferente. Un appello alla riflessione e all’azione dei cristiani durante la pandemia di COVID-19 e oltre del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e del Consiglio ecumenico delle chiese.

Scarica qui Il vescovo e l’unità dei cristiani: vademecum ecumenico

Scarica qui La solidarietà interreligiosa al servizio di un mondo sofferente

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print