Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

LabOrathollywood

Questo format nasce dall’idea che i ragazzi coinvolti nella realizzazione di un cortometraggio riescano a raccontare meglio i loro sogni e desideri.

Il format LabOrathollywood, particolarmente adatto per un gruppo di preadolescenti o adolescenti, nasce dall’idea che i ragazzi coinvolti, attraverso un percorso che li veda protagonisti nella realizzazione di un cortometraggio, riescano a riflettere e raccontare in modo nuovo quelli che sono i sogni, i desideri, le speranze che stanno più a cuore a loro. Il percorso prevede il rispetto di alcune tappe fondamentali:

1) presentazione alla comunità della proposta: questa è un occasione in cui si coinvolge tutta la comunità nella presentazione dell’iniziativa, perché essa, anche se interessa direttamente i ragazzi, ha una ricaduta su tutta la collettività;

2) patto educativo: fondamentale nella proposta è che i ragazzi si sentano liberi di esprimere quel che sentono, senza aver la paura di non sapere chi potrebbe vedere ciò che dovesse emergere. Per tale motivo, all’inizio del percorso si deve assicurare che il cortometraggio prodotto non verrà proiettato se non dopo l’approvazione di tutti i partecipanti;

3) percorso con i ragazzi: è necessaria la presenza di un educatore per facilitare l’emergere dei vissuti, un attore per aiutare i ragazzi ad esprimersi con le parole e con il corpo ed un regista per poter evidenziare e simbolizzare il messaggio, oltre che come supporto per le tecniche di ripresa e montaggio. Poi, oltre all’eventuale realizzazione di un logo, simbolo per favorire l’identità del gruppo, serve uno spazio di condivisione conclusiva del gruppo in cui, dopo aver visionato insieme il cortometraggio, fare sintesi e votare sulla proiezione pubblica del lavoro;

4) restituzione alla comunità del percorso svolto, con eventuale proiezione (in caso i ragazzi abbiano dato il loro assenso);

5) utilizzo del cortometraggio come utile strumento per la catechesi partendo da una semplice domanda: come il Vangelo risponde ai bisogni e alle speranze espresse?

Affinché possano essere strumenti utili al cammino dei ragazzi di tutte le comunità, ecco di seguito alcuni cortometraggi realizzati, con indicato tra parentesi il tema affrontato e la fascia d’età (clicca sul titolo per vederli).

Cortometraggi realizzati all’interno del progetto “LabOrathollywood” con la collaborazione delle Parrocchie della Badia, Fornaci, Villaggio sereno e Urago Mella della città di Brescia:
1) Vietato divertirsi troppo (l’oratorio com’è e come lo vorrei; preadolescenti)
2) Etiamsi omnes, ego non (rispetto di sé; adolescenti)
3) È morto zio (?) (comunione; adolescenti)
4) Meglio tardi che mai (fare del proprio meglio; preadolescenti)

Cortometraggi realizzati all’interno del progetto “CineAscoltAzioni: azioni d’ascolto attraverso le arti cinematografiche”, con la collaborazione delle parrocchie dell’unità pastorale della Conca d’Oro in provincia di Brescia:
1) Cocci d’amicizia (amicizia; preadolescenti)
2) Fai la tua scelta (scelta in amore; adolescenti)

Andrea Mondinelli
associazione privata di fedeli e cooperativa Curiosarte

Sei interessato a questo argomento? Clicca qui per chiedere gratuitamente informazioni a un esperto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print