Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Orientamenti pastorali sugli sfollati interni

Un nuovo documento della Sezione Migranti e Rifugiati offre linee guida pratiche e spunti per omelie e programmi formativi.

La Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale ha pubblicato il documento Orientamenti pastorali sugli sfollati interni, che fornisce delle linee guida pratiche per le Chiese locali colpite da sfollamenti forzati e identifica le pratiche pastorali che possono essere attuate e rinnovate. La Chiesa intende così accompagnare queste persone vulnerabili che sono tra le più dimenticate e trascurate dei nostri tempi.

Gli sfollati interni, come definiti dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, sono individui costretti a lasciare la propria residenza abituale, a causa di situazioni di violenza generalizzata, violazioni dei diritti umani o naturali e conflitti armati, non attraversando il confine del proprio Paese. In tutto il mondo sono oltre 41 milioni. Nel 2018 si sono registrati circa 28 milioni di nuovi sfollati, di cui il 39% per conflitti, soprattutto in Africa sub-sahariana, Medio Oriente e Nord Africa, e il 61% per disastri ambientali, principalmente tra Asia orientale, Sud Asia, Africa sub-sahariana e America.

Molti sfollati interni sono spesso intrappolati in situazioni disperate, nel mezzo di combattimenti o in aree remote e inaccessibili, isolati da aiuti o soccorsi in caso di emergenza. Possono essere costrette a vivere lontano dalle loro case per diversi anni o persino decadi, senza l’accesso all’educazione, al lavoro e al supporto che necessiterebbero per avere mezzi di sussistenza e una speranza per il loro futuro.

Il fine del documento, destinato a diocesi, parrocchie, congregazioni religiose, scuole, università e organizzazioni cattoliche, è di offrire suggerimenti e linee guida per un’azione basata su quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere, integrare. Oltre a fornire linee di attuazione a livello locale, questi orientamenti offrono anche spunti per omelie, programmi formativi e la comunicazione attraverso i mass media.

Clicca qui per leggere Orientamenti pastorali sugli sfollati interni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print