Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’origine e l’evoluzione della vita: una proposta didattica

Coinvolgendo le scienze, la religione e la filosofia gli studenti vengono portati a riflettere su una domanda fondamentale dell’uomo.

Una delle domande fondamentali che nella storia l’uomo si è più volte posto riguarda l’origine della vita, alla quale si è approcciato in modo scientifico, teologico e filosofico per trovare una possibile soluzione. Se oggi sappiamo che sulla Terra la vita si è sviluppata circa tre miliardi e mezzo di anni fa e conosciamo i meccanismi della sua evoluzione nel corso del tempo, la risposta alla domanda sulla sua origine resta ancora sospesa. Le riflessioni filosofica e teologica hanno dunque provato a parlare della singolarità umana andando oltre il piano empirico e il metodo scientifico.

Fondamentale in questo campo di ricerca è stata la teoria dell’evoluzione biologica e della selezione naturale degli esseri viventi di Charles Darwin, che ha aperto la strada all’evoluzionismo, visione filosofica che nega l’esistenza di fini intenzionali in contrasto a quella religiosa che invece guarda a un senso ultimo. Ma molti autori moderni e contemporanei hanno ragionato su una lettura dell’evoluzione della vita in accordo con un principio di creazione. Il progetto DISF Educational del Centro di Documentazione Interdisciplinare di Scienza e Fede propone un percorso didattico sul tema, offrendo una traccia, materiali scelti e suggerimenti per approfondire.

L’attività inizia con un laboratorio interdisciplinare nel quale i docenti delle materie scientifiche, di filosofia, letteratura e religione riflettano sulla singolarità e sull’originalità del fenomeno della vita secondo le loro specifiche prospettive disciplinari. In un secondo momento, gli insegnanti di fisica, chimica, biologia mostrano agli studenti i molteplici fattori che hanno portato all’emergere della vita sul nostro pianeta.

Successivamente, a partire dall’impossibilità attuale di portare avanti esperimenti che generino la vita in laboratorio, i ragazzi vengono guidati in una discussione dai docenti di biologia in merito alle difficoltà incontrate dalla scienza nel passare dalla materia inorganica alla produzione di cellule vive. Infine, il percorso propone una fase di approfondimento sulle definizioni di vita formulate da vari autori e di riflessione su domande quali: è più importante definire un essere vivente oppure riconoscerlo? Quali sono le conseguenze derivanti dal dare priorità a una cosa o all’altra?

Clicca qui per approfondire la proposta didattica

Leggi anche L’origine e lo sviluppo dell’universo: una proposta didattica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email