Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

I preti sono sempre meno: il funerale lo celebra un laico

Il caso della diocesi di Bolzano-Bressanone, che ha attivato un corso di formazione per laici per la celebrazione dei funerali.

Un funerale, compresa la celebrazione della Parola, può essere guidato da un laico opportunamente preparato, ovviamente senza eucaristia? Sì, per il vescovo di Bolzano-Bressanone Ivo Muser, che, visto l’insufficiente numero di sacerdoti disponibili, ci pensa da quasi sei anni. E a ottobre dello scorso anno è partito, dopo un percorso diocesano di discernimento, un corso di formazione di un anno presso lo Studio Teologico Accademico di Bressanone, a cui sono iscritte diciassette persone: cinque diaconi permanenti e dodici laici (sei uomini e sei donne).

Ad Avvenire, il direttore dell’Ufficio pastorale della diocesi, Reinhard Demetz, ha detto: «abbiamo atteso qualche anno e abbiamo voluto progettare con attenzione questa iniziativa formativa, perché si presenta nuova per noi e non doveva essere affrettata e superficiale. L’abbiamo condivisa anche con la Conferenza dei decani della diocesi, dalla quale era venuta la sollecitazione più forte a poter contare sulla collaborazione dei laici per guidare occasioni liturgiche così pastoralmente importanti e partecipate. Abbiamo condotto attraverso colloqui e incontri una selezione esigente, in vista di un percorso che tiene conto delle necessarie competenze pastorali, bibliche, liturgiche, ma anche psicologiche e relazionali».

I candidati scelti avevano già seguito un corso per la guida della celebrazione della Parola, con relativo mandato stabile, o sono persone attive nelle comunità parrocchiali. La formazione insiste molto sulla capacità di accompagnare le persone segnate dal lutto e sulla riflessione sulla vita oltre la morte, in particolare per far accettare dalle famiglie e dalle comunità il fatto di non avere un prete che celebri il funerale di un loro caro.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print