Le scadenze e gli adempimenti principali per gli enti del Terzo settore

Le organizzazioni iscritte al Registro unico nazionale del Terzo settore devono rispettare una serie di termini e obblighi.

Con l’iscrizione al Registro unico nazionale del Terzo settore (Runts), gli enti del Terzo settore (Ets) devono rispettare una serie di scadenze e adempimenti. Cantiere terzo settore ha raccolto i principali (clicca qui per scaricare una guida più approfondita).

I termini fondamentali per tutti gli Ets sono:
– variazione di dati, se variano dati e informazioni dell’ente: entro 30 giorni dalla modifica;
– variazione di dati, se cambia la natura fiscale dell’ente: entro 30 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale nel quale si è verificata la variazione;
– deposito del bilancio: entro il 30 giugno di ogni anno.
Solo per organizzazioni di volontariato (Odv) e associazioni di promozione sociale (Aps):
– variazione di dati per aggiornare il numero di soci, volontari, lavoratori: entro il 30 giugno di ogni anno (con riferimento al 31 dicembre dell’anno precedente).

Nel caso in cui venga cambiato il legale rappresentante di un Ets:
– se il sistema contiene già informazioni su altri titolari di cariche sociali abilitati a fare la variazione, il soggetto abilitato accede al Runts e presenta, con propri Spid/Cie e firma digitale, un’istanza di variazione dati cambiando il nominativo del legale rappresentante e inserendo quello nuovo;
– se il sistema non contiene ancora informazioni su altri titolari di cariche
sociali abilitati a fare la variazione, il nuovo legale rappresentante contatta l’ufficio Runts e trasmette via Pec le proprie generalità e la documentazione comprovante la propria carica; sarà l’ufficio Runts a effettuare una variazione d’ufficio.
Non spetta all’ex legale rappresentante effettuare la modifica, perché non ha più titolo per operare a nome dell’ente. Occorre inoltre presentare la segnalazione di variazione del legale rappresentante
anche all’Agenzia delle entrate entro 30 giorni dalla nomina.

Il deposito del bilancio di un Ets può essere fatto da: il legale rappresentante, un amministratore o un componente dell’organo di controllo, il legale rappresentante della rete associativa cui l’ente aderisce, un commercialista iscritto all’albo. Vanno depositati:
– il bilancio di esercizio precedente: modelli A+B+C (principio di competenza, sopra 220.000 €);
– il rendiconto dell’esercizio precedente: modello D (principio di cassa, sotto i 220.000 €);
– il rendiconto specifico e la relazione illustrativa per ogni eventuale raccolta pubblica di fondi effettuata (allegati al bilancio/rendiconto economico);
– il bilancio sociale secondo le linee guida (sopra 1.000.000 €).

La variazione di dati e informazioni dell’Ets può essere fatta da: il legale rappresentante, un amministratore o un componente dell’organo di controllo, il legale rappresentante della rete associativa cui l’ente aderisce. Vanno segnalati i cambiamenti su:
– dati anagrafici dell’ente: modifica della denominazione dell’ente (da comunicare anche all’Agenzia delle entrate); apertura o chiusura della partita Iva: modifica del contatto telefonico e della Pec; variazione della sede legale (da comunicare anche all’Agenzia delle entrate); apertura/chiusura di eventuali sedi secondarie (non sono sedi secondarie le sedi legali di eventuali enti affiliati dotati di diverso codice fiscale);
– organi sociali e struttura: variazione del legale rappresentante (da comunicare anche all’Agenzia delle entrate); variazione di soggetti che ricoprono cariche sociali e loro poteri; variazione degli organi di controllo e di revisione (devono essere allegate le dichiarazioni di accettazione, di assenza di cause di ineleggibilità e di decadenza e di possesso dei requisiti professionali indicati agli articoli 30 e 31 del dlgs 117/2017); il soggetto o i soggetti cui l’ente aderisce (deve anche essere caricata fra gli allegati l’attestazione di affiliazione firmata dal legale rappresentante dell’ente affiliante);
– forma giuridica e le attività: modifiche della forma giuridica dell’ente; modifiche dello statuto (comporta la verifica di conformità al codice del Terzo settore); introduzione, variazione o cancellazione di attività di interesse generale svolte; introduzione, variazione o cancellazione di attività diverse svolte (se ne è espressamente indicata la possibilità di svolgimento nello statuto).

La variazione di dati per aggiornare il numero di soci, volontari e dipendenti di un’Odv o una Aps va eseguita da: il legale rappresentante; un amministratore o un componente dell’organo di controllo; il legale rappresentante della rete associativa cui l’ente aderisce. Le informazioni che vanno aggiornate sono:
– numero di soci (persone fisiche) dell’ente;
– elenco di eventuali enti associati e loro codice fiscale, specificando se sono iscritti o meno nella stessa sezione Runts dell’ente;
– numero di lavoratori dipendenti e/o parasubordinati dell’ente;
– numero di volontari iscritti nel registro dei volontari dell’ente;
– numero di volontari provenienti da eventuali altri enti associati all’ente.

La variazione di dati se cambia la natura fiscale dell’Ets può essere fatta da: il legale rappresentante; un amministratore o un componente dell’organo di controllo; il legale rappresentante della rete associativa cui l’ente aderisce. Va comunicata la perdita della natura di Ets non commerciale o commerciale. La variazione di dati se l’Ets ha o intende ottenere la personalità giuridica va eseguita da un notaio entro 20 giorni dal deposito del verbale presso il notaio, in merito a:
– acquisizione o perdita della personalità giuridica;
– attestazione del patrimonio minimo;
– modifica dello statuto.