Comunità accogliente

Area: Provincia di Biella | Scadenza: a sportello | Settori: assistenza, formazione

Scadenza

Fino a esaurimento delle risorse disponibili

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Biella

Chi eroga il contributo

Fondazione Cassa di Risparmio di Biella

Finanziamento complessivo

Contributo per singolo progetto

Il contributo massimo erogabile per ogni singola richiesta presentata non potrà essere superiore a € 10.000.

A chi è rivolto

II bando è destinato a enti pubblici, enti del Terzo settore, enti religiosi che operano con servizi a sostegno dell’accoglienza dei profughi Ucraini attraverso azioni dirette o con l’aiuto delle rete solidale delle famiglie residenti nella provincia di Biella che si sono rese disponibili all’accoglienza. Gli enti che partecipano al bando devono aver sede nel territorio della Provincia di Biella e/o realizzare progetti nel territorio provinciale.

Che cosa finanza

Il bando intende sostenere i percorsi di accoglienza che si stanno attuando sul territorio biellese a fronte dell’arrivo della popolazione Ucraina obbligata a fuggire dalla guerra. A tal fine si è evidenziata l’esigenza di sostenere gli enti pubblici e gli enti privati non lucrativi direttamente coinvolti nel garantire l’ospitalità dei rifugiati ucraini e potrà riguardare, a titolo esemplificativo e non esaustivo, il pagamento di utenze, alimenti, viveri e spese farmaceutiche nonché visite mediche e canoni di locazione in favore delle persone che troveranno alloggio nel territorio di riferimento della Fondazione nonché il supporto delle rete solidale delle famiglie residenti nella provincia di Biella che si sono rese disponibili all’accoglienza. Il bando intende inoltre sostenere i percorsi di inclusione e integrazione della popolazione ucraina giunta nella comunità territoriale, attraverso interventi generali e, ove possibile, innovativi, quali ad esempio: corsi di lingua, supporti psicologici e di mediazione culturale, corsi di formazione. I progetti presentati potranno risultare anche in continuità con servizi emergenziali già attivati. Il sostegno del bando si concentrerà sugli interventi non già coperti da fondi pubblici.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.