Istruzione

Area: Provincia di Brescia | Scadenza: 29 giugno 2022 | Settori: istruzione, formazione

Scadenza

29 giugno 2022

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Brescia

Chi eroga il contributo

Fondazione della Comunità Bresciana

Finanziamento complessivo

€ 300.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo richiesto non potrà essere superiore a € 15.000. In ogni caso il contributo non potrà coprire più del 50% dei costi complessivi del progetto.

A chi è rivolto

Possono presentare domanda i seguenti soggetti che operano e abbiano sede operativa nel territorio della provincia di Brescia e che non perseguono finalità di lucro:
– enti privati;
– cooperative sociali;
– enti religiosi civilmente riconosciuti;
– gli enti pubblici possono essere ammessi al contributo solo nei casi in cui siano partner di progetti con enti del Terzo settore e si impegnino a cofinanziare in modo significativo, con risorse economiche proprie, quota parte dell’intervento oppure siano istituti scolastici, in partenariato con enti del Terzo settore, in caso di progetti socioeducativi.

Che cosa finanza

La Fondazione, tenendo conto dell’emergenza pandemica, intende finanziare in via prioritaria progetti volti a:
– sostenere attività quotidiane di dopo scuola, durante l’anno scolastico, dove gli studenti possano essere professionalmente seguiti e aiutati sia nello studio sia in attività socializzanti (a titolo puramente esemplificativo attività sportiva o artistica – musicale,…). È necessario che i progetti prevedano entrambi gli ambiti, studio e attività socializzanti;
– fornire e/o garantire un sostegno professionale idoneo durante l’orario scolastico a studenti in difficoltà per condizioni fisiche e/o mentali (Bes, DSA, disabilità…);
– sostenere azioni mirate per l’integrazione scolastica di studenti stranieri. Sarà data la priorità a quei progetti che prevedano il coinvolgimento della famiglia dei beneficiari;
– percorsi innovativi (esperienziali, interattivi…) a favore di studenti o gruppi omogenei e ben individuati di giovani per l’avvicinamento, l’apprendimento e l’approfondimento delle materie scientifiche;
– progetti di alta formazione volti a realizzare interventi di eccellenza formativa all’interno di istituti scolastici ovvero fra istituti scolastici e/o enti educativi fra loro coordinati;
– percorsi di service learning (che prevedono formazione e realizzazione di progetti esecutivi). Per tale azione sono previsti costi afferenti alla formazione specifica sulla metodologia didattico–pedagogica del service learning all’interno di istituti scolastici e alla realizzazione sul campo di progetti secondo il metodo del service learning;
– progetti volti a sostenere il metodo didattico del debate all’interno di istituti scolastici. Per tali programmi oltre a costi di formazione, acquisto libri e ore extracurricolari degli insegnanti coinvolti, potranno essere inseriti costi afferenti a trasferte per i dibattiti degli studenti. Si darà priorità a quei progetti che, oltre a quanto sopra specificato, siano in grado di essere inclusivi ed a coinvolgere un maggior numero di studenti;
– percorsi di formazione scolastica che favoriscano l’avvicinamento e la conoscenza degli studenti con il mondo del lavoro (con esclusione dei percorsi istituzionali di alternanza scuola/lavoro).

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.