Sport e disabilità

Area: Regione Calabria | Scadenza: 20 giugno 2023 | Settori: disabili, sport

Scadenza

20 giugno 2023

Territorio a cui è rivolto

Regione Calabria

Chi eroga il contributo

Regione Calabria – Dipartimento Lavoro e Welfare

Finanziamento complessivo

€ 1.223.830,56

Contributo per singolo progetto

A chi è rivolto

Soggetti beneficiari sono i comuni capofila degli ambiti territoriali sociali della Regione Calabria, individuati come soggetti attuatori ed eventualmente in partenariato con i seguenti soggetti privati:
– associazioni e società sportive senza fini di lucro, affiliate alle federazioni sportive paralimpiche e iscritte al Registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche tenuto dal CONI e/o al CIP;
– associazioni e società sportive senza fini di lucro, affiliate alle discipline sportive paralimpiche e iscritte al Registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche tenuto dal Coni, e/o al CIP.

Che cosa finanza

Il presente avviso intende promuovere attraverso lo sport, su tutto il territorio regionale, progettualità finalizzate all’inclusione attiva delle persone con disabilità. Le progettualità dovranno essere rivolte alle persone con disabilità motorie, sensoriali, intellettive e di altro genere. Gli interventi finanziabili sono individuati come segue con le finalità di incentivare l’avviamento all’esercizio della pratica sportiva delle persone con disabilità e di garantire il diritto all’esercizio della pratica sportiva:
– attività ludico-sportive: la programmazione deve riguardare interventi inerenti alla realizzazione di aree accessibili e attrezzate con strutture ludiche, percorsi e altri componenti che consentano a tutti, anche in condizioni di disabilità, di svolgere in sicurezza attività ludico-motorie garantendo interazione, socializzazione e sviluppo delle facoltà cognitive. Gli interventi ammessi devono insistere in un’area collocata in prossimità di scuole, parchi, aree ricreative, di proprietà pubblica e devono essere finalizzati al superamento delle barriere architettoniche o sensoriali per permettere libertà di movimento anche con l’utilizzo di ausili, sia ai bambini che ai loro accompagnatori;
– servizi in ambito sportivo: gli interventi devono riguardare l’acquisto o il noleggio di attrezzature, ausili necessari alle persone con disabilità per lo svolgimento di un’attività sportiva a sostegno dell’inclusione. I servizi potranno essere concessi in comodato d’uso gratuito alle associazioni e società sportive finalizzate esclusivamente per le attività progettuali.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.