Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Cultura di qualità

Area: Regione Lombardia e province di Novara e Verbano Cusio Ossola | Scadenza: 30 maggio 2019 | Settore: cultura

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

30 maggio 2019

Territorio a cui è rivolto

Regione Lombardia e province di Novara e Verbano Cusio Ossola

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariplo

Finanziamento complessivo

€ 2.500.000,00

Contributo per singolo progetto

€ 100.000,00 se il progetto è presentato da una singola organizzazione, altrimenti € 150.000,00 se presentato da più soggetti, con cofinanziamento massimo del 50%

A chi è rivolto

Possono presentare domanda di contributo le organizzazioni non profit di natura privata che:
– presentino, tra le finalità principali del proprio Statuto, la gestione di attività e/o beni culturali;
– vantino, almeno negli ultimi due anni, un’attività regolare e non episodica;
– redigano il bilancio conformemente alle “Linee guida e prospetti di bilancio per gli enti non profit” emanate dall’Agenzia del Terzo Settore nel marzo del 2009;
– espongano, in relazione all’anno precedente, un valore non negativo di patrimonio netto. Nel caso di valore negativo, è necessario dimostrare di avere adottato provvedimenti/strategie di ricapitalizzazione (o implementazione del fondo di dotazione);
– abbiano generato nell’ultimo esercizio ricavi pari ad almeno 50.000 euro/anno;
– abbiano al proprio interno, legata con un contratto stabile (non necessariamente a tempo indeterminato ma con carattere continuativo), almeno una risorsa di personale dedicata all’ambito manageriale (organizzazione, gestione, amministrazione, ecc.);
– rispettino la legislazione del lavoro per l’attività prestata da tutti i collaboratori;
– adottino nei confronti dei lavoratori e dei fornitori una condotta regolare (definizione di compensi equi, rispetto dei contratti, rispetto dei tempi di pagamento ecc.);
– siano in possesso di agibilità per gli eventuali spazi pubblici gestiti/utilizzati.

Che cosa finanza

Fondazione Cariplo prenderà in esame unicamente iniziative (stagioni, rassegne, festival, mostre, esposizioni, manifestazioni, ecc.) destinate
alla pubblica fruizione e di indubbio valore culturale. Saranno privilegiate le iniziative:
– in cui sia chiaramente percepibile il valore aggiunto dell’eventuale contributo della Fondazione;
– in grado di sviluppare un rilevante livello di partecipazione e di generare ricadute sociali ed economiche sul territorio;
– organizzate nei piccoli centri geograficamente isolati o nelle periferie dei grandi centri urbani;
– che prevedano effettive connessioni con il territorio, attraverso collaborazioni con altri soggetti, servizi e organizzazioni (non necessariamente culturali) locali;
– che, nei casi di partenariato, siano espressione di compagini in grado di generare economie di scopo e/o di scala, creando valore per tutte le organizzazioni coinvolte;
– che, coerentemente con l’impianto progettuale generale, prevedano l’ospitalità in residenza di artisti/gruppi/progetti artistici;
– che presentino una buona diversificazione delle fonti di finanziamento (proventi da biglietti/abbonamenti, contributi pubblici e privati, ecc.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.