Housing sociale per persone fragili

Area: Regione Lombardia e Province di Novara e Verbano Cusio Ossola | Senza scadenza | Settori: sociale, assistenza

Scadenza

Senza scadenza

Territorio a cui è rivolto

Regione Lombardia e Province di Novara e Verbano Cusio Ossola

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariplo

Finanziamento complessivo

€ 2.500.000

Contributo per singolo progetto

I progetti dovranno formulare una richiesta di contributo non inferiore a € 25.000 e non superiore a € 350.000 e che non superi il 50% dei costi di progetto.

A chi è rivolto

La Fondazione concede contributi a enti senza fini di lucro, a eccezione delle imprese strumentali, delle cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, delle imprese sociali e delle cooperative sociali. Si ritiene che non perseguano finalità di lucro gli enti del Terzo settore e, nelle more dell’attivazione del Registro Unico Nazionale del Terzo settore: le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato; le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale; le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG; le organizzazioni iscritte al registro delle ONLUS.

Che cosa finanza

Attraverso questo bando, Fondazione Cariplo sceglie di sostenere, con contributi a fondo perduto, l’avvio di nuovi interventi di abitare sociale, promossi da soggetti non-profit, capaci di rivolgersi in modo mirato alle categorie sociali più bisognose e di mobilitare e catalizzare risorse locali altrimenti non disponibili. Nel concreto, il bando intende sostenere interventi che dimostrino di:
– aumentare l’offerta di alloggi sociali e di attivare, ove necessario, percorsi di accompagnamento e di sostegno all’autonomia delle persone accolte, nonché di integrarsi nella rete dei servizi;
– massimizzare l’accessibilità economica dei servizi di ospitalità favorendo così le categorie più deboli;
porre attenzione al risparmio energetico e all’abbattimento dei gas serra e contenere i costi gestionali a regime (concretamente significa che i progetti che prevedono interventi di ristrutturazione di immobili o porzioni di immobili – dotati di impianto termico autonomo – devono avere come obiettivo anche una riduzione dei consumi di energia da fonti fossili pari ad almeno il 30% rispetto alla situazione di partenza del bene).
Contemporaneamente agli obiettivi legati all’aumento e all’accessibilità di opportunità abitative, il bando può sostenere, ove opportuno, anche la realizzazione di sistemi territoriali di housing sociale, che mirino a mettere in rete l’offerta abitativa esistente e gli attori coinvolti, e a favorire percorsi di miglioramento e integrazione gestionale; tutto ciò al fine di rendere le comunità locali maggiormente pronte a intercettare e a rispondere alle varie forme di domanda abitativa, garantire maggiore sostenibilità economica ai servizi realizzati nonché ottimizzare i tassi di turn over e saturazione dei posti disponibili.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.