Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Per la cultura

Area: Regione Lombardia e province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola | Scadenze: 29 settembre – 15 dicembre 2020 | Settori: arte, cultura

Scadenza

29 settembre – 15 dicembre 2020

Territorio a cui è rivolto

Regione Lombardia e province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariplo

Finanziamento complessivo

€ 8.000.000,00

Contributo per singolo progetto

Fino a € 250.000,00 con cofinanziamento massimo del 75%

A chi è rivolto

Sono soggetti ammissibili al presente bando:
– gli enti pubblici ed ecclesiastico-religiosi operanti nel campo della gestione di attività e/o beni culturali;
– le organizzazioni non profit.

Che cosa finanza

La Fondazione intende sostenere progetti orientati alla riapertura di luoghi della cultura e/o al riavvio di attività culturali che, sul fronte della gestione, prevedano azioni in entrambi gli ambiti che seguono:
– prossimità-coinvolgimento dei pubblici: realizzazione di iniziative di ingaggio tese a rimotivare i cittadini la cui propensione alla partecipazione sia diminuita (per parziale perdita di fiducia o per il peggioramento delle condizioni economiche), a incoraggiare la partecipazione delle persone con minori opportunità e ad avvicinare nuovi pubblici di prossimità. Ciò dovrà avvenire anche attraverso la revisione delle strategie di comunicazione e promozione;
-creatività-rinnovamento delle attività: Individuazione di nuovi modelli di offerta e, più in generale, di gestione e organizzazione dell’attività, che risultino rilevanti per i pubblici individuati, promuovendo l’innovazione culturale e prevedendo – quando opportuno – il ricorso al digitale e alle nuove tecnologie. Saranno privilegiati gli operatori che, coerentemente con le strategie intraprese, favoriscano investimenti in capitale umano, sia sul piano artistico-culturale che su quello tecnico-organizzativo, nella prospettiva di mantenere o ripristinare i livelli occupazionali precedenti all’emergenza Covid-19.
A supporto o a integrazione delle azioni precedenti, i progetti potranno prevedere anche eventuali interventi sul fronte degli investimenti:
– necessità-adeguamento delle strutture: realizzazione degli investimenti necessari per il riavvio e la gestione delle attività, che potranno riguardare l’acquisto di materiali, attrezzature e tecnologie, l’ampliamento degli spazi a disposizione all’interno dei luoghi della cultura, la messa in opera di piccoli interventi che consentano, in un ambiente sicuro, di ricreare le condizioni di tranquillità e fiducia, indispensabili per una piacevole fruizione. Oltre agli investimenti sopra citati, in caso di interventi sul patrimonio di pregio potrà essere sostenuta la realizzazione di opere urgenti di restauro e/o messa in sicurezza strutturale, solo nel caso in cui strettamente funzionali ad azioni di coinvolgimento dei pubblici e di rinnovamento delle attività come indicato ai precedenti punti.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.