Riprogettiamo il futuro

Area: Regione Lombardia e Province di Novara e del Verbano Cusio Ossola | Scadenza: 16 febbraio 2023 | Settori: ambiente, cultura, sociale

Scadenza

16 febbraio 2023

Territorio a cui è rivolto

Regione Lombardia e Province di Novara e del Verbano Cusio Ossola

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariplo

Finanziamento complessivo

€ 1.850.000

Contributo per singolo progetto

La richiesta di contributo deve essere compresa tra € 15.000 e 50.000 € e comunque non superiore all’80% dei costi totali previsti nel piano economico di progetto; in caso di progetti presentati in partenariato, il massimo contributo richiedibile è pari a € 70.000.

A chi è rivolto

Sono soggetti destinatari gli enti privati senza scopo di lucro che operino nei territori di riferimento della Fondazione; legalmente costituiti prima del 1° gennaio 2020 e che dimostrino almeno due anni di operatività in ambito sociale, culturale e/o ambientale; che abbiano frequentato almeno il 90% dei corsi presenti nella piattaforma Cariplo Social Innovation Lab.

Che cosa finanza

Fondazione Cariplo intende sostenere lo sviluppo organizzativo degli enti di Terzo Settore attivi in campo ambientale, culturale e dei servizi alla persona al fine di migliorare l’efficacia del loro operato, rafforzare la loro capacità di intervento alla luce dell’evoluzione del contesto e ampliare le rispettive comunità di riferimento. Nello specifico, all’interno di tale finalità generale, il bando si prefigge due obiettivi:
– promuovere e facilitare il cambiamento interno all’organizzazione (change management);
– favorire il protagonismo giovanile all’interno dell’ente.
Le richieste potranno raggiungere gli obiettivi individuati intervenendo su uno o più dei seguenti ambiti di lavoro, coerentemente con il percorso formativo 2022 promosso tramite la piattaforma Cariplo Social Innovation Lab:
– progettazione: adottare sempre di più all’interno delle organizzazioni una cultura della progettazione, collegata alla chiara definizione di obiettivi di cambiamento, al monitoraggio delle proprie azioni e alla stima del loro impatto; utilizzare nuovi approcci e strumenti operativi che siano in grado di coinvolgere sia il personale dell’ente sia altri attori del contesto di riferimento;
– digitale: utilizzare le potenzialità offerte dalla tecnologia per perseguire una maggiore efficienza dei processi di lavoro, per rafforzare la collaborazione interna ed esterna, per far crescere l’organizzazione in termini di competenze e capacità di utilizzo del digitale, per costruire una filiera del dato (organizzare, utilizzare e comunicare) mirata ad acquisire una maggiore consapevolezza decisionale e strategica;
– fundraising: ricercare nuove condizioni di sostenibilità attraverso una strategia di diversificazione dei proventi, rinnovando o costruendo nuove forme di relazione con le comunità di riferimento intorno a obiettivi comuni, anche attraverso una differenziazione degli strumenti di mobilitazione delle risorse (intese come risorse economiche, beni materiali, volontariato, competenze, idee…);
– normative: alla luce dei cambiamenti recenti, avviare dei percorsi che consentano all’ente, a tutti i livelli, di cogliere le opportunità offerte dal nuovo assetto (es. scelta della forma giuridica più adatta, adeguamenti organizzativi…).

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.