Domiciliarità integrata

Area: Province di Verona, Vicenza, Belluno, Ancona, Mantova | Scadenza: 28 ottobre 2022 | Settore: assistenza

Scadenza

28 ottobre 2022

Territorio a cui è rivolto

Province di Verona, Vicenza, Belluno, Ancona, Mantova

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariverona

Finanziamento complessivo

€ 3.000.000

Contributo per singolo progetto

Le iniziative candidate devono presentare un cofinanziamento pari ad almeno il 20% del costo complessivo di progetto. Il contributo richiesto alla Fondazione dovrà collocarsi nell’intervallo compreso tra € 150.000 e € 300.000.

A chi è rivolto

Le richieste di contributo potranno essere presentate da enti pubblici e enti non profit con specifica esperienza e competenza nell’ambito di azione del presente bando. Saranno valutate positivamente le proposte che prevedano partnership complementari, formate da più soggetti del territorio, funzionali alla realizzazione dell’intervento.

Che cosa finanza

Con il presente bando la Fondazione intende sostenere, nei territori di proprio riferimento, alcuni progetti pilota volti a sperimentare innovativi modelli organizzativi di servizi nell’ambito della domiciliarità integrata rivolti a persone fragili o non auto-sufficienti – in particolare persone anziane o con disabilità – con l’obiettivo di sviluppare nuovi sistemi di governance e gestione territorialmente coordinati, più efficaci e sostenibili. Le proposte dovranno necessariamente prevedere la cooperazione di soggetti pubblici e del privato sociale valorizzando il ruolo, le competenze e le esperienze di ciascuno sviluppando programmi che siano finalizzati al raggiungimento di uno o più dei seguenti obiettivi:
– miglioramento ed eventuale innovazione nell’offerta a sostegno della domiciliarità integrata, superando l’approccio puramente prestazionale dei servizi e la frammentarietà delle risposte;
– implementazione di un’offerta diffusa e coordinata sul territorio per garantire il più possibile la permanenza nel contesto di vita degli utenti;
– rafforzamento dei dispositivi organizzativi e di coordinamento per adeguare maggiormente l’offerta alle caratteristiche del bisogno;
– sperimentazione di programmi di assistenza personalizzati, con modalità di erogazione flessibile.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.