Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Habitat

Area: Province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona | Scadenza: 15 dicembre 2020 | Settori: ambiente, educazione

Scadenza

15 dicembre 2020

Territorio a cui è rivolto

Province di Verona, Vicenza, Belluno, Mantova e Ancona

Chi eroga il contributo

Fondazione Cariverona

Finanziamento complessivo

€ 5.000.000

Contributo per singolo progetto

Le iniziative progettuali devono presentare un cofinanziamento almeno pari al 20% dei costi complessivi. Il contributo richiedibile on dovrà essere inferiore a € 200.000 né superiore a € 500.000.

A chi è rivolto

La Fondazione può disporre erogazioni a favore di enti pubblici, enti civilmente riconosciuti ed enti privati senza scopo di lucro costituiti per atto pubblico, o scrittura privata autenticata o per scrittura privata registrata. Sono altresì ammissibili a contributo:
– le imprese strumentali dedicate al perseguimento dei compiti istituzionali;
– le cooperative sociali in materia di organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
– le imprese sociali;
– le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero.

Che cosa finanza

Il bando è finalizzato alla selezione di progetti concreti e sostenibili per la rigenerazione, la protezione e la valorizzazione del patrimonio naturale dei territori con approcci improntati alla creazione di occasioni di sviluppo per le comunità e alla capacità di creare reti e collaborazioni virtuose. I progetti presentati, sviluppati in coerenza con le finalità e gli obiettivi specifici del bando, potranno rientrare nell’ambito delle seguenti aree tematiche:
– tutela e conservazione delle risorse naturali e della biodiversità, diversificazione del paesaggio agricolo e degli ecosistemi;
– rafforzamento del ruolo dell’agricoltura nelle strategie di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico e ad altri rischi di carattere ambientale;
– adozione di sistemi di produzione dal ridotto impatto ambientale in grado di conservare le risorse naturali, tra cui il suolo e la sua fertilità;
– gestione sostenibile: sviluppo e protezione delle risorse ambientali, con particolare riferimento alle riserve e all’utilizzo dell’acqua e alla tutela della flora e della fauna sia stanziale che migratoria;
– cura e valorizzazione del patrimonio naturale locale (anche inserito in contesti urbani e periurbani), ampliandone la fruizione e favorendo un turismo sostenibile anche di prossimità. In quest’ambito rientrano, a titolo esemplificativo, iniziative di ideazione e realizzazione di itinerari naturalistici, percorsi, cammini e analoghe iniziative atte a favorire la sensibilizzazione, la conoscenza diretta, la tutela delle risorse naturali;
– misure di protezione e prevenzione del rischio al fine di contenere gli effetti connessi ad eventi catastrofici naturali.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.