Volontariato

Area: Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia | Scadenza: 9 maggio 2024 | Settore: sociale

Scadenza

9 maggio 2024

Territorio a cui è rivolto

Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia

Chi eroga il contributo

Fondazione Con il Sud

Finanziamento complessivo

€ 3.000.000

Contributo per singolo progetto

La proposta di progetto prevede un contributo compreso tra € 80.000 e 150.000.

A chi è rivolto

Il soggetto responsabile può essere un’organizzazione di volontariato o un’associazione di promozione sociale in possesso dei requisiti previsti dal Codice del Terzo settore, già iscritta al Registro nazionale del terzo settore (RUNTS), o con una richiesta pendente di integrazione/rettifica o, nelle more del processo di perfezionamento del RUNTS, iscritto alla previgente anagrafe delle ONLUS, con sede legale e/o operativa nella/e regione/i oggetto di intervento. La partnership di ogni proposta di progetto deve includere, oltre al soggetto responsabile, almeno altri due soggetti di cui:
– un altro ente del Terzo settore;
– un altro ente che potrà appartenere, oltre che al mondo del Terzo settore, anche a quello delle istituzioni, della scuola, dell’università, della ricerca e al mondo delle imprese.

Che cosa finanza

La Fondazione intende sostenere interventi di volontariato a carattere multidimensionale e finalizzati a rispondere a sfide sociali e a creare spazi di partecipazione, mobilitando nuovi volontari e aumentando il senso di comunità e protagonismo attivo dei giovani. Sarà importante prevedere il loro coinvolgimento in azioni che siano in grado di produrre un cambiamento concreto e visibile e di generare un impatto immediato per la comunità.
Le progettualità dovranno prevedere una strategia basata sulla valorizzazione dei principi del volontariato (promozione dell’accoglienza, vicinanza, solidarietà, sviluppo reti relazionali, finalità civiche) attraverso interventi di utilità sociale rilevanti per la comunità coerenti con attività di interesse generale del Codice del Terzo settore.
Le organizzazioni potranno presentare proposte che rendano meno rigidi i processi di gestione interna del volontariato, in coerenza con le esigenze mutevoli dei volontari stessi, trovando meccanismi di coinvolgimento più flessibili, che siano in grado di rendere l’impegno volontario compatibile con altri aspetti rilevanti della vita quotidiana e con disponibilità, talvolta più intermittenti e saltuarie, ma non per questo meno preziose e significative.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.