Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Programma Erasmus+

Area: Unione Europea e altri Stati | Scadenze: 5 febbraio – 1 ottobre 2020 | Settori: istruzione, formazione, giovani, sport

Scadenza

A seconda delle Azioni, tra il 5 febbraio e l’1 ottobre 2020

Territorio a cui è rivolto

Stati membri dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Turchia, Macedonia del Nord e Serbia

Chi eroga il contributo

Commissione Europea

Finanziamento complessivo

3.207.400.000 €

Contributo per singolo progetto

A seconda delle Azioni

A chi è rivolto

I principali beneficiari del Programma sono studenti, tirocinanti, apprendisti, alunni, discenti adulti, giovani, volontari, professori, insegnanti, formatori, animatori giovanili, professionisti di organizzazioni attive nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. Il Programma raggiunge queste persone attraverso organizzazioni, istituzioni, enti o gruppi che organizzano queste attività (compresi gruppi di almeno quattro giovani attivi nell’animazione socioeducativa ma non necessariamente nell’ambito di organizzazioni giovanili, anche in riferimento a gruppi informali di giovani).

Che cosa finanza

Azione chiave 1. Mobilità individuale:
– progetti di mobilità nel settore dell’istruzione/educazione, della formazione e della gioventù;
– titoli di master congiunti Erasmus Mundus;
– prestiti Erasmus+ destinati agli studenti di master.

Azione chiave 2. Collaborazione in materia di innovazione e scambio di buone pratiche
– partenariati strategici nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù;
– alleanze per la conoscenza Università europee;
– alleanze per le abilità settoriali (attuate mediante un invito specifico a presentare proposte);
– sviluppo delle capacità nel settore dell’istruzione superiore;
– sviluppo delle capacità nel settore della gioventù.

Azione chiave 3. Sostegno alla riforma delle politiche:
– progetti di dialogo giovanile.

Attività Jean Monnet:
– promuovere l’eccellenza nell’insegnamento e nella ricerca nel settore degli studi sull’Unione europea in tutto il mondo;
– promuovere il dialogo tra il mondo accademico e la società, coinvolgendo i decisori politici, i dipendenti pubblici, gli attori della società civile, e i rappresentanti dei vari livelli di istruzione e dei media;
– generare conoscenze e informazioni in grado di assistere nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell’UE in un mondo globalizzato.

Sport:
– partenariati di collaborazione;
– partenariati di collaborazione di piccola scala;
– eventi sportivi europei senza scopo di lucro.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.