Digitale sociale

Area: Italia | Scadenza: 19 luglio 2024 | Settore: formazione

Scadenza

19 luglio 2024

Territorio a cui è rivolto

Italia

Chi eroga il contributo

Fondo per la Repubblica Digitale

Finanziamento complessivo

€ 15.000.000

Contributo per singolo progetto

Sono considerate ammissibili solo le proposte che richiedano un contributo compreso tra € 500.000 e 1.000.000. Il contributo coprirà fino all’80% del costo totale previsto per il progetto.

A chi è rivolto

Le proposte possono essere presentate da un partenariato costituito da almeno due soggetti. All’interno del partenariato dovranno essere presenti necessariamente:
-una rete formale o un raggruppamento (non formalizzato) di enti privati non profit che presentano un bisogno comune di empowerment delle competenze digitali dei propri dipendenti e/o collaboratori stabili, inclusi i volontari;
– un soggetto pubblico o privato non profit con comprovata esperienza nella realizzazione di progetti in ambito digitale, che costruisca insieme all’organizzazione/i di cui sopra il percorso formativo più adatto alle esigenze manifestate ed eventualmente in grado di sviluppare la soluzione digitale funzionale alle necessità dei suddetti enti. Ove ritenuto necessario, tale ente potrà essere coadiuvato da un fornitore for profit esterno al partenariato.

Che cosa finanza

Il presente bando ha l’obiettivo di sostenere progetti rivolti all’empowerment di conoscenze e competenze digitali di dipendenti, collaboratori stabili e volontari degli enti che operano in uno o più settori di interesse generale dell’economia sociale. L’obiettivo ultimo del bando è individuare progetti che, una volta sperimentati, valutati e riconosciuti come efficaci, siano scalabili e possano divenire oggetto di politiche pubbliche funzionali all’incremento delle competenze digitali del Paese. Gli interventi proposti potranno prevedere azioni di:
– formazione digitale, di base e/o avanzata, per dipendenti, collaboratori stabili e volontari, attraverso l’utilizzo di metodologie e pratiche innovative, affinché essi maturino maggiori competenze e consapevolezza in ambito digitale, assumano un ruolo (pro)attivo nel processo di transizione digitale delle proprie organizzazioni e aumentino la propria velocità di adattamento ai cambiamenti imposti dalla digitalizzazione e dalla trasformazione digitale;
– coerente integrazione di sessioni formative per lo sviluppo e/o miglioramento delle competenze non cognitive (soft o life skills), complementari a quelle digitali, al fine di costruire percorsi di crescita professionale capaci di insistere sulle competenze soft (es. creatività, ragionamento critico ed empatia, capacità relazionali e sociali);
– implementazione di una soluzione digitale volta al miglioramento dell’efficienza interna (organizzazione e processi interni) e/o esterna (servizi offerti alla collettività), coerente con la proposta progettuale ed in generale funzionale al contesto in cui le organizzazioni coinvolte operano;
– attivazione, sostegno e accompagnamento dei beneficiari al fine di coinvolgerli efficacemente nei percorsi formativi, attraverso la proposta di attività pratiche ed esperienziali (es. role modelling, tutoring, coaching, mentoring), che ne incentivino la partecipazione attiva durante tutto l’arco della formazione fino al suo completamento;
– messa a disposizione di sessioni di orientamento per far emergere le conoscenze e abilità dei beneficiari, al fine di valorizzare le loro potenzialità e attitudini professionali misurando i diversi livelli di partenza in termini di fabbisogni formativi e sviluppando un percorso di reskilling e/o upskilling digitale efficace.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.