Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Formazione a favore di persone svantaggiate, a rischio di esclusione, marginalità, discriminazione

Area: Regione Friuli Venezia Giulia | Scadenza: Fino a esaurimento delle risorse | Settori: sociale, formazione

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

Fino a esaurimento delle risorse

Territorio a cui è rivolto

Regione Friuli Venezia Giulia

Chi eroga il contributo

Regione Friuli Venezia Giulia

Finanziamento complessivo

€ 4.000.000,00

Contributo per singolo progetto

A chi è rivolto

Le operazioni devono essere presentate da soggetti pubblici non territoriali o privati aventi tra i propri fini statutari la formazione professionale. E’ fatto obbligo ai soggetti proponenti di promuovere una progettazione partecipata delle operazioni con uno o più dei seguenti soggetti, che hanno in carico l’utenza:
– servizio sociale, sanitario, socio-sanitario, socio-educativo, collocamento mirato;
– enti morali, associazioni, onlus che operano con specifiche finalità statutarie di inclusione sociale e lavorativa.

Che cosa finanza

Il bando prevede l’attuazione di interventi formativi finalizzati all’inclusione lavorativa di persone maggiormente vulnerabili e a rischio di discriminazione e in generale alle persone che per diversi motivi sono prese in carico dai servizi sociali, servizi sanitari e dal collocamento mirato, enti morali, associazioni, onlus che operano con specifiche finalità statutarie di inclusione sociale e lavorativa. Le operazioni formative previste dal presente Avviso si articolano in:
– percorsi individualizzati, di formazione/acquisizione/rafforzamento di competenze trasversali;
– percorsi di gruppo di formazione/acquisizione/rafforzamento di competenze trasversali;
– percorsi di formazione/acquisizione/rafforzamento di competenze tecnico-professionali (percorsi professionalizzanti).
La partecipazione alle operazioni è a titolo gratuito. Non sono ammesse clausole tra il soggetto proponente e l’allievo che prevedano eventuali partecipazioni finanziarie, a qualunque titolo, da parte di quest’ultimo. Il servizio/organizzazione/ente che ha in carico l’utenza, solo dopo aver evidenziato il fabbisogno formativo della persona a seguito di uno specifico percorso valutativo, si raccorda con l’ente proponente per la definizione e realizzazione del percorso formativo.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.