Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Educazione, istruzione e formazione

Area: Provincia di Gorizia | Scadenza: 30 giugno 2021 | Settori: educazione, istruzione, formazione

Scadenza

30 giugno 2021

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Gorizia

Chi eroga il contributo

Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia

Finanziamento complessivo

€ 70.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo massimo richiedibile alla Fondazione è di € 5.000 per singola richiesta. Le iniziative devono presentare un cofinanziamento, con fondi propri o di terzi, almeno pari al 25% dei costi complessivi.

A chi è rivolto

Possono richiedere il contributo i soggetti che siano organizzati e formalmente costituiti per atto pubblico o registrato o per scrittura privata autenticata, operino stabilmente nel settore cui è rivolta l’erogazione da almeno due anni, comprovino le loro esperienze, competenze e conoscenze nell’ambito del progetto proposto. La Fondazione può disporre erogazioni a favore di:
a) soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, dotati di personalità giuridica, nonché imprese strumentali;
b) cooperative sociali;
c) imprese sociali;
d) cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero;
e) soggetti di carattere privato senza scopo di lucro, privi di personalità giuridica iscritti nel Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato o delle Associazioni di Promozione Sociale o all’Anagrafe delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus);
f) altri soggetti di carattere privato senza scopo di lucro, privi di personalità giuridica, formalmente costituiti con atto pubblico o con scrittura privata registrata e autenticata.

Che cosa finanza

I progetti devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:
– sviluppare in bambini, ragazzi e giovani competenze, abilità trasversali e soft skills concretamente spendibili nella vita di tutti i giorni, anche in prospettiva di un futuro ingresso nel mondo del lavoro;
– favorire il trasferimento di valori, quali anche la solidarietà, il sostegno alle diversità, la collaborazione e la sostenibilità ambientale;
– promuovere strategie educative finalizzate alla valorizzazione delle inclinazioni e potenzialità individuali e all’accompagnamento verso una più piena consapevolezza di sé e delle proprie attitudini, a supporto delle scelte educative, formative e relative al mondo del lavoro;
– favorire l’accesso alle offerte formative e educative ai minori in condizione di fragilità o appartenenti a famiglie svantaggiate dal punto di vista sociale, economico o culturale, anche tramite l’abbattimento dei costi di partecipazione alle attività per tali soggetti;
– proporre percorsi didattici per consolidare le competenze didattiche già acquisite dagli studenti, favorirne il recupero, e/o potenziare l’apprendimento, anche tramite attività riconducibili all’aiuto compiti o al dopo scuola;
– proporre esperienze formative con particolare riferimento ai 17 obiettivi dello sviluppo sostenibile.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.