Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Pacchetti vacanza per persone con disabilità

Area: Regione Lazio | Scadenza: 30 novembre 2020 | Settori: disabilità, sociale

Scadenza

30 novembre 2020

Territorio a cui è rivolto

Regione Lazio

Chi eroga il contributo

Regione Lazio – Assessorato Politiche Sociali e Welfare

Finanziamento complessivo

€ 7.000.000

Contributo per singolo progetto

L’avviso prevede un contributo, sotto forma di somma forfettaria, di:
– € 4.800 per progetti da realizzarsi per la tipologia di Gruppo A;
– € 8.150 per progetti da realizzarsi per la tipologia di Gruppo B.

A chi è rivolto

Possono partecipare al presente avviso enti del Terzo settore (imprese sociali, cooperative sociali, fondazioni, associazioni riconosciute e non, organizzazioni di volontariato, Onlus, ecc.).

Che cosa finanza

Il presente avviso intende supportare le persone maggiorenni in condizione di disabilità nello svolgimento di soggiorni di socializzazione educativi e di riabilitazione attraverso l’erogazione di un apposito contributo. Le azioni sono articolate e dimensionate in gruppi in funzione del grado di disabilità del destinatario coinvolto. È previsto un rapporto tra l’operatore che accompagna la persona con disabilità e la persona stessa di uno a due in caso di disabilità lieve e di uno a uno in caso di disabilità grave:
– Gruppo A, persone con disabilità lieve: 4 destinatari e 2 operatori;
– Gruppo B, persone con disabilità grave: 4 destinatari e 4 operatori.
Ciascun ente può partecipare al presente avviso richiedendo il contributo previsto per un massimo di tre gruppi complessivi, delle due tipologie sopracitate. I soggiorni realizzati nell’ambito del presente avviso devono obbligatoriamente avere una durata minima di sette giorni e sei notti, comprendere tre pasti giornalieri e prevedere attività specifiche rivolte alle persone con disabilità. Il soggiorno dovrà svolgersi presso strutture ricettive iscritte al registro imprese o comunque che esercitano abitualmente attività ricettiva. Non potrà svolgersi presso abitazioni private anche se adibite saltuariamente a fini ricettivi. I soggiorni possono essere realizzati dal momento dell’approvazione della domanda fino al 31 dicembre 2020 e devono svolgersi nel territorio dello Stato italiano.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.