Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Progetti territoriali di cooperazione allo sviluppo

Area: Regione Marche | Scadenza: 29 novembre 2020 | Settori: sociale, salute, ambiente, cultura, educazione, formazione, diritti

Scadenza

29 novembre 2020

Territorio a cui è rivolto

Regione Marche

Chi eroga il contributo

Regione Marche

Finanziamento complessivo

€ 240.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo concesso non può superare il 60% del costo complessivo del progetto, comunque fino a un massimo di € 20.000.

A chi è rivolto

I soggetti ammissibili sono:
– OSC iscritte agli elenchi dei soggetti senza finalità di lucro pubblicati dall’AICS, purché aventi sede legale o sede operativa nella Regione Marche;
– organismi associativi e di volontariato regolarmente costituiti e operanti da almeno tre anni senza scopo di lucro, con particolare riferimento a quelli nel cui atto costitutivo e nel cui ordinamento interno siano previste, fra gli scopi sociali prevalenti, attività assistenziali nell’ambito dei diritti umani, della cooperazione e dello sviluppo internazionale, della solidarietà e dei valori della pace, della difesa del patrimonio artistico e ambientale, in possesso di almeno tre anni di esperienza in campo internazionale, aventi sede legale o sede operativa nella Regione Marche;
– soggetti regolarmente iscritti al Registro Regionale della Cooperazione e la Solidarietà internazionale delle Marche.

Che cosa finanza

Le tipologie di progetto ammissibili sono:
– realizzazione in loco di interventi finalizzati allo sviluppo delle attività produttive agricole, artigianali, commercio equo e solidale, del turismo e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale;
– realizzazione di interventi di cooperazione in materia socio-sanitaria;
– realizzazione di interventi di cooperazione in materia ambientale;
– programmi di educazione formale e informale e formazione professionale;
– attuazione di interventi specifici per migliorare la condizione femminile, dell’infanzia e degli anziani;
– azioni che contribuiscono alla gestione dei processi migratori nei paesi di partenza sostegno alla migrazione di ritorno, progetti per favorire l’occupazione nei paesi a più rischio migrazione.
Le aree di intervento sono:
– Africa sub sahariana;
– Tunisia, Marocco, Egitto, Libano, Palestina;
– Argentina, Brasile, Bolivia, Colombia, Ecuador, Guatemala, Honduras, Cuba;
– Albania, Bosnia Erzegovina, Serbia.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.