Ti accompagno a casa

Area: Provincia di Milano | Scadenza: 27 maggio 2024 | Settore: sociale

Scadenza

27 maggio 2024

Territorio a cui è rivolto

Comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni; Arese, Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Senago, Solaro; Cornaredo, Lainate, Rho, Pero, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Settimo Milanese, Vanzago

Chi eroga il contributo

Fondazione Comunitaria Nord Milano

Finanziamento complessivo

€ 276.000

Contributo per singolo progetto

La Fondazione potrà finanziare ogni progetto fino al 60% del suo costo, con un contributo minimo di € 40.000 e massimo di € 75.000.

A chi è rivolto

Saranno presi in considerazione progetti promossi da organizzazioni operanti nel territorio di competenza della Fondazione aventi le caratteristiche di enti privati senza scopo di lucro, ovvero tutti gli enti del Terzo settore (ETS) iscritti nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) e le organizzazioni iscritte nel registro dell’anagrafe delle ONLUS nelle more della piena applicabilità del RUNTS, le cooperative sociali e le imprese sociali iscritte nelle apposite sezioni dei relativi registri. Potranno partecipare anche le parrocchie e gli enti religiosi operanti nel territorio.

Che cosa finanza

Il bando è orientato alle seguenti priorità:
– sostenere percorsi di accompagnamento sociale all’abitare rivolti specificamente a situazioni di vulnerabilità sociale (la cosiddetta area grigia, distinta dalle situazioni di grave disagio e di emergenza abitativa), connessi a percorsi di accesso a nuove soluzioni abitative o di mantenimento della situazione attuale, a fronte del rischio di perdita della casa, in direzione di soluzioni di autonomia abitativa;
– integrare l’iniziativa degli enti di Terzo settore con le politiche pubbliche rivolte all’abitare sociale (social housing), in particolare promuovendo soluzioni che dimostrino efficacia nell’integrazione tra politiche sociali e politiche per l’abitare;
– sviluppare progettualità in grado di ricomporre le risorse del bando con altri interventi di contrasto alla vulnerabilità abitativa, sia in riferimento a specifici contesti territoriali, che attraverso sviluppi sovraterritoriali, attraverso il concorso di reti in grado di coinvolgere soggetti significativi rispetto al tema e al territorio individuato;
– promuovere o rafforzare reti di lavoro multidisciplinari, che sostengano l’uscita da situazioni di disagio abitativo, concentrando le risorse a livello locale, o nello sviluppo di connessioni sovraterritoriali.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.