Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Confini SuperAbili

Area: Provincia di Novara | Scadenza: fino a esaurimento fondi | Settore: disabilità

Scadenza

Fino a esaurimento fondi

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Novara

Chi eroga il contributo

Fondazione Comunità Novarese

Finanziamento complessivo

€ 120.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo concesso non potrà superare l’80% del costo totale del progetto presentato, fino ad un massimo di € 20.000.

A chi è rivolto

La Fondazione non concede, direttamente o indirettamente, contributi, o erogazioni o sostegno di alcun genere a enti o imprese di qualsiasi natura con fini di lucro. Si ritiene che non perseguano finalità di lucro gli enti del Terzo settore e, nelle more dell’attivazione del Registro Unico Nazionale del Terzo settore: le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato; le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale; le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle Ong; le organizzazioni iscritte al registro delle Onlus; le cooperative sociali e le imprese sociali iscritte nelle apposite sezioni dei relativi registri.

Che cosa finanza

Confini SuperAbili vuole sostenere l’impegno delle numerose organizzazioni non profit che erogano servizi terapeutici, di sostegno e cura per le persone con disabilità e favorire iniziative in settori specifici come l’accesso all’istruzione, l’inclusione sociale, aumentando le possibilità di apprendimento, di relazioni e di svago. Intende migliorare la qualità, l’accesso, la fruibilità, l’integrazione e l’innovazione dei servizi esistenti e rafforzare l’acquisizione di competenze da parte degli operatori per il benessere delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Si ritiene importante promuovere un nuovo modello di agire che metta la persona al centro non solo come oggetto del servizio di assistenza, ma anche come soggetto che collabora, partecipa e, soprattutto, sceglie. A titolo esemplificativo, sarà possibile sostenere proposte progettuali volte a:
– attivare percorsi terapeutici innovativi e integrativi rispetto all’offerta pubblica locale;
– migliorare l’accesso ai servizi, garantendone la fruizione anche in situazione di difficoltà economica;
– favorire l’accesso e l’inclusione in ambito scolastico, culturale e lavorativo;
– rafforzare l’autonomia e le relazioni di prossimità;
– promuovere iniziative di socializzazione tra pari;
– promuovere brevi soggiorni che possano rappresentare anche un momento di sollievo per le famiglie;
– attivare di servizi a distanza o a domicilio, che siano di supporto anche per i caregiver;
– realizzare nuove modalità di intervento attraverso l’attivazione di reti in co-progettazione e co-programmazione con altri enti del settore pubblico e privato.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.