Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Cura e salute

Area: Provincia di Novara | Scadenza: fino a esaurimento fondi | Settori: sanità, assistenza, salute

Scadenza

Fino a esaurimento fondi

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Novara

Chi eroga il contributo

Fondazione Comunità Novarese

Finanziamento complessivo

€ 100.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo concesso per ogni singolo progetto potrà coprire al massimo il 60% del costo complessivo dello stesso, per un minimo di € 6.000 e un massimo di € 20.000.

A chi è rivolto

La Fondazione non concede, direttamente o indirettamente, contributi, o erogazioni o sostegno di alcun genere a enti o imprese di qualsiasi natura con fini di lucro. Si ritiene che non perseguano finalità di lucro gli enti del Terzo settore e, nelle more dell’attivazione del Registro Unico Nazionale del Terzo settore: le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato; le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale; le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle Ong; le organizzazioni iscritte al registro delle Onlus; le cooperative sociali e le imprese sociali iscritte nelle apposite sezioni dei relativi registri.

Che cosa finanza

Il bando intende sostenere l’impegno delle numerose organizzazioni del territorio che offrono servizi in grado di colmare le carenze del servizio pubblico e mobilitare risorse locali altrimenti non disponibili, per promuovere lo sviluppo di buone pratiche di sanità sociale. Ha inoltre l’obiettivo di sostenere interventi in grado di migliorare l’accesso ai servizi di assistenza socio-sanitaria e di favorire la sperimentazione di metodologie innovative di presa in carico e cura anche a distanza, superando così le limitazioni imposte alle mobilità individuale. A titolo esemplificativo, il bando può accogliere:
– percorsi terapeutici e servizi di cura per i malati che siano innovativi e integrativi rispetto all’offerta sanitaria locale e che mirino ad attenuare le disuguaglianze sociali nell’accesso alle prestazioni sanitarie;
– implementazione e/o potenziamento di servizi di prossimità legati alla cura e alla salute (ad esempio, supporto per la prenotazione delle prestazioni, accompagnamento alle visite, fornitura di farmaci, ecc.);
– interventi di sostegno ai caregiver;
– servizi di mediazione culturale che favoriscano un più esteso utilizzo dei servizi sanitari da parte di migranti;
– iniziative volte a realizzare nuove modalità di intervento per rispondere al bisogno di cura, attraverso l’attivazione di reti in co-progettazione e co-programmazione con enti del settore pubblico e privato;
– più in generale, attività di sensibilizzazione, prevenzione e di educazione per favorire modelli e stili di vita salutari.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.