Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Bando aperto

Area: Provincia di Perugia | Fino a esaurimento delle risorse | Settori: arte, cultura, educazione, istruzione e formazione, sanità, sociale, assistenza

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

Fino a esaurimento delle risorse

Territorio a cui è rivolto

Comuni di Assisi, Montone, Bastia Umbra, Nocera Umbra, Bettona, Norcia, Bevagna, Paciano, Cascia, Panicale, Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno, Città della Pieve, Perugia, Collazzone, Piegaro, Corciano, Pietralunga, Costacciaro, Preci, Deruta, Scheggia e Pascelupo, Fossato di Vico, Scheggino, Fratta Todina, Sigillo, Gualdo, Tadino, Spello, Gubbio, Todi, Lisciano Niccone, Torgiano, Magione, Tuoro sul Trasimeno, Marsciano, Umbertide, Massa, Martana, Valfabbrica, Monte Castello di Vibio.

Chi eroga il contributo

Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Finanziamento complessivo

€ 1.000.000,00

Contributo per singolo progetto

€ 40.000,00 con cofinanziamento massimo dell’80%

A chi è rivolto

La Fondazione riconosce quali destinatari dei propri interventi tutti i soggetti istituzionali ed organizzati
dotati di professionalità e moralità che operano senza finalità di lucro. Sotto il profilo soggettivo, possono proporre richieste di contributo:
a) i soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, dotati di personalità giuridica, nonché le imprese strumentali, costituite ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. h) del d.lgs. 17 maggio 1999, n. 153;
b) le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991 n. 381;
c) le imprese sociali di cui al d.lgs. 24 marzo 2006 n.155;
d) le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero;
e) altri soggetti di carattere privato senza scopo di lucro, privi di personalità giuridica, che promuovono lo sviluppo economico o perseguono scopi di utilità sociale nel territorio di competenza della Fondazione, per iniziative o progetti riconducibili ad uno dei settori di intervento.

Che cosa finanza

Possono essere presentati progetti e iniziative nei seguenti settori:
– arte, attività e beni culturali;
– educazione, istruzione e formazione;
– sviluppo locale;
– salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa;
– ricerca scientifica e tecnologica;
– assistenza agli anziani;
– volontariato, assistenza, filantropia.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.