Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Esponente

Area: Regioni Piemonte e Valle d’Aosta | Scadenza: 31 maggio 2022 | Settori: arte, cultura

Scadenza

31 maggio 2022

Territorio a cui è rivolto

Regioni Piemonte e Valle d’Aosta

Chi eroga il contributo

Fondazione CRT

Finanziamento complessivo

Contributo per singolo progetto

Il singolo contributo non potrà essere superiore a € 25.000.

A chi è rivolto

Il presente bando è riservato esclusivamente ai seguenti soggetti:
– musei, associazioni e fondazioni senza scopo di lucro e non esercenti impresa, costituiti da almeno 3 anni alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, la cui principale attività sia riconducibile da statuto all’ambito espositivo;
– enti locali (comuni e unioni montane o collinari);
– enti religiosi.
I soggetti proponenti possono anche non avere sede nel territorio delle regioni Piemonte e Valle d’Aosta, ma debbono in questo realizzare il progetto.

Che cosa finanza

Con il presente bando la Fondazione intende:
– finanziare le attività espositive e di riordino delle collezioni dei musei finalizzate ad una maggior fruibilità da parte del pubblico, soprattutto dei giovani e con un’attenzione particolare allo sviluppo di strumenti operativi per favorire l’accessibilità alla cultura di persone con disabilità e con bisogni speciali;
– sostenere l’organizzazione di iniziative indirizzate ad un ampio pubblico che siano di stimolo e arricchimento culturale per la popolazione, quali mostre sul patrimonio storico-culturale e attività nel campo delle arti visive.
I progetti presentati all’interno del Bando, con data di inizio compresa tra maggio 2022 e aprile 2023, potranno avere per oggetto:
– allestimenti di mostre ed esposizioni artistiche, ivi compresa l’adozione di facilitatori per favorire la fruizione culturale anche da parte di persone con disabilità e con bisogni speciali;
– catalogazione e riordino di collezioni artistiche solo se finalizzati alla fruibilità pubblica tramite organizzazione di eventi espositivi;
– premi e concorsi in ambito espositivo ad accesso gratuito che presentino coperture finanziarie reperite in maniera autonoma dall’organizzazione richiedente, senza prevedere quote di iscrizione che possono costituire barriera di accesso a potenziali partecipanti di talento impossibilitati a far fronte ad un impegno economico per la partecipazione;
– attività collaterali, purché funzionali e di supporto all’attività espositiva, quali laboratori, workshop e attività performative, volte all’accrescimento culturale e alla sensibilizzazione del pubblico su temi e obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.