Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili

Area: Regione Piemonte | Scadenza: Fino a esaurimento delle risorse | Settori: sociale, assistenza, sanità, cultura, educazione, formazione

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

Fino a esaurimento delle risorse

Territorio a cui è rivolto

Regione Piemonte

Chi eroga il contributo

Regione Piemonte

Finanziamento complessivo

€ 5.000.000,00

Contributo per singolo progetto

Minimo € 500.000,00 per la Linea A; minimo € 30.000,00 e massimo € 100.000,00 per la Linea B

A chi è rivolto

Linea A: piccole e medie imprese in forma singola – o aggregata tramite raggruppamenti anche temporanei con le seguenti caratteristiche: essere imprese sociali così come definite al D.Lgs 3 luglio 2017, n. 1128 enon avere finalità di lucro (secondo le disposizioni dell’art. 3 del D.Lgs 3 luglio 2017, n. 112).
Linea B: micro e piccole imprese, profit e no profit in forma singola, o aggregata tramite raggruppamenti anche temporanei, che realizzino progetti con effetti socialmente desiderabili.

Che cosa finanza

Linea A: saranno sostenuti progetti di innovazione sociale che amplino, migliorino o facilitino la sperimentazione di processi e servizi, la riqualificazione di spazi per la loro destinazione in ambito sanitario e socioassistenziale, in particolare nelle aree in cui il bisogno di assistenza sanitaria e sociale e i bisogni legati al welfare sono maggiormente sentiti.
Linea B: saranno sostenuti progetti di innovazione sociale in ambito culturale, educativo, assistenziale, sanitario,formativo e occupazionale prioritariamente a vantaggio di soggetti deboli che producano effetti socialmente desiderabili. Su questa linea saranno anche sostenute attività di accompagnamento, capacity building e audit, promozione di networking tra imprese e soggetti portatori di servizi e competenze. Per entrambe le linee, saranno inoltre sostenuti investimenti in soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione del progetto, nuove soluzioni organizzative, nonché l’acquisizione di competenze e di servizi immateriali nel campo dell’imprenditorialità sociale.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.