Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Scuole in movimento

Area: Provincia di Pistoia | Scadenza: 15 settembre 2021 | Settori: istruzione, educazione

Scadenza

15 settembre 2021

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Pistoia

Chi eroga il contributo

Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia

Finanziamento complessivo

€ 300.000

Contributo per singolo progetto

L’importo richiesto alla Fondazione non potrà essere superiore al 70% della spesa totale prevista del progetto oggetto della domanda e comunque non potrà superare l’importo complessivo di € 25.000.

A chi è rivolto

Sono ammessi a presentare domanda di contributo le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado e gli istituti scolastici privati parificati, che abbiano sede in uno dei comuni del territorio della provincia di Pistoia.

Che cosa finanza

I progetti finanziabili devono risultare inseriti in un percorso formativo strutturato e descritto in modo non generico nella domanda di contributo e devono avere per oggetto:
a) attivazioni di percorsi/proposte didattiche orientate alla riduzione del rischio di dispersione/demotivazione ed estraneità al contesto educativo e formativo anche mediante attivazione di sinergie con realtà esterne alle scuole ma sempre sotto la responsabilità di queste ultime. A tal fine potrebbero essere considerati altresì progetti finalizzati a offrire agli studenti opportunità formative per compensare le difficoltà che gli stessi hanno dovuto subire per le conseguenze legate alla pandemia anche nel contesto della didattica;
b) la realizzazione di nuovi ambienti per l’apprendimento, anche nella struttura e geografia di organizzazione della classe, che si traduca nel ripensare spazi e metodologie di insegnamento/apprendimento;
c) la progettazione di percorsi in cui l’uso dei nuovi materiali, strumenti e/o tecnologie favoriscano in chi studia metodi attivi di apprendimento;
d) l’allestimento di nuovi ambienti/laboratori le cui attrezzature e potenzialità di uso abbiano chiare caratteristiche di innovazione tecnologica in funzione dell’uso e dell’aggiornamento delle competenze, anche tecniche, degli studenti;
e) la messa in opera di ogni modalità, anche tecnologica, che sia chiaramente indirizzata a favorire partecipazione e inclusione attiva di situazioni didattiche deboli per condizioni oggettive di contesto familiare o socio-culturale o di specifici bisogni educativi;
f) l’acquisto di strumenti, anche musicali, e di materiali hardware e software specificatamente dedicati all’introduzione di nuovi contesti e metodologie disciplinari, chiaramente indicati, e/o alla valorizzazione della pratica della musica per gli studenti, comunque inseriti in un percorso stabile e strutturato di formazione.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.