Scuole in movimento

Area: Provincia di Pistoia | Scadenza: 31 maggio 2024 | Settore: istruzione

Scadenza

31 maggio 2024

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Pistoia

Chi eroga il contributo

Fondazione Caript

Finanziamento complessivo

€ 275.000

Contributo per singolo progetto

L’importo richiesto non potrà essere superiore al 75% della spesa totale prevista del progetto oggetto della domanda e comunque non potrà superare l’importo complessivo di € 25.000.

A chi è rivolto

Sono ammessi a presentare domanda di contributo le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado e gli istituti scolastici privati parificati.

Che cosa finanza

Con il presente bando la Fondazione persegue l’obiettivo di sostenere l’evoluzione e la qualità dei processi di insegnamento-apprendimento della formazione di base offrendo agli istituti scolastici del territorio l’opportunità di strutturare nuovi ambienti per l’apprendimento o di adeguare gli spazi e le dotazioni già esistenti, di valorizzare competenze educative interne ed esterne alla scuola per percorsi o progetti innovativi della didattica per tutti. La decima edizione del bando è destinata a sostenere:
– ideazione e sperimentazione di modalità didattiche innovative per la valorizzazione dell’autonomia e della partecipazione attiva di studentesse e studenti, processi che promuovano la libertà di azione e il coinvolgimento attivo, che favoriscano la creazione di spazi polifunzionali e modulari dove gli studenti possano collaborare e che diano un input verso la trasformazione della scuola da luogo chiuso a luogo aperto, da frequentare e da vivere insieme;
– progetti mirati alla trasformazione degli spazi di apprendimento in funzione di nuovi contesti e nuove metodologie didattiche;
– valorizzazione delle attività laboratoriali quindi allestimento di laboratori che possono essere di varia natura (musicali, teatrali, finalizzati a specifiche attività tecniche o di uso didattico della tecnologia o all’apprendimento di una lingua o altro) e che favoriscano l’acquisizione di competenze trasversali;
– interventi mirati all’allestimento in funzione strettamente didattica di spazi esterni alla scuola motivatamente dedicati alla strutturazione di nuovi ambienti di insegnamento-apprendimento; si raccomanda di tenere conto che gli interventi devono incidere in maniera documentata sui contesti e sulla metodologia di apprendimento;
– azioni progettuali specifiche, anche strutturate su più anni, indirizzate a innovare la qualità e gli strumenti dell’apprendimento e della partecipazione delle studentesse e degli studenti;
– gli acquisiti di materiali informatici saranno ammessi solo se solo se adeguatamente motivata la ragione oggettiva e la complementarietà con quanto ottenuto dal PNRRP.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.