Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Riprogettare insieme

Area: Regione Sardegna | Scadenza: 31 agosto 2021 | Settori: sociale, educazione

Scadenza

31 agosto 2021

Territorio a cui è rivolto

Regione Sardegna

Chi eroga il contributo

Regione Sardegna – Direzione generale delle politiche sociali

Finanziamento complessivo

€ 2.000.000

Contributo per singolo progetto

L’intervento sarà attuato attraverso l’erogazione di un contributo dell’importo massimo di € 50.000 per struttura.

A chi è rivolto

I beneficiari del presente avviso sono le imprese private singole, consorziate o in associazione, convenzionate e non convenzionate con i comuni. I destinatari sono i bambini e le bambine da 0 a 3 anni e le rispettive famiglie.

Che cosa finanza

Con il presente avviso la Regione Sardegna intende intervenire sia nell’immediato che a regime, per fronteggiare l’attuale emergenza Covid-19 nei servizi socio-educativi per la prima infanzia, ivi compresi i nidi in contesto domiciliare, attraverso l’ampliamento del novero degli investimenti per nuove realizzazioni, ampliamenti, ristrutturazioni e per il riassetto degli spazi, in modo tale che si possano realizzare le esperienze proposte ogni giorno, nel rispetto del principio di non intersezione tra gruppi diversi, garantendo la sicurezza e il distanziamento. Una priorità verrà riconosciuta alle proposte progettuali che prevedono un adeguamento strutturale che tenga conto dell’inserimento di bambini con disabilità. L’organizzazione dello spazio deve favorire e sostenere la molteplicità e la qualità delle relazioni, valorizzare la dimensione del piccolo gruppo e attribuire un’attenzione particolare alla possibilità che anche il bambino con disabilità possa ricostruirvi una sua sfera privata e personale. Tra gli interventi si accettano:
– adeguamento delle strutture da destinare a nidi di infanzia, micronidi e agrinidi (ristrutturazione e conversione di servizi);
– interventi a carattere altamente innovativo per ciò che concerne l’ambito educativo, con particolare riferimento a quelli legati alla riformulazione dell’offerta in seguito all’emergenza Covid-19 e alla dotazione di materiale utile anche per la didattica a distanza;
– mantenimento dei posti disponibili;
– qualità degli ambienti, con attenzione particolare all’utilizzo di materiali eco-sostenibili.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.