Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Proteggere e promuovere i diritti dell’infanzia

Area: Unione Europea | Scadenza: 7 settembre 2021 | Settore: giovani

Scadenza

7 settembre 2021

Territorio a cui è rivolto

Stati membri dell’UE (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria) e stati non dell’UE associati al Programma

Chi eroga il contributo

Commissione Europea – Direzione generale Giustizia

Finanziamento complessivo

€ 2.160.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo sarà coperto fino al 90% dei costi ammissibili. La richiesta non può essere più bassa di € 75.000.

A chi è rivolto

I beneficiari possono essere enti pubblici o privati non profit. Il progetto deve coinvolgere almeno due organizzazioni (proponente e partner).

Che cosa finanza

L’obiettivo del bando è stabilire, migliorare e fornire un progetto adeguato per nuovi ed esistenti meccanismi di partecipazione dei minori a livello locale. Per creare, migliorare e sostenere tale progetto dovrebbe essere assicurata una rappresentanza dei bambini equilibrata tra maschi e femmine e diversificata per età. Inoltre, il bando mira a progettare azioni e attività concrete che rispondano ai bisogni dei bambini in tempo di pandemia ed emergenza. In particolare, il bando mira a:
– includere i bambini nel processo decisionale sulle risposte alle misure contro la pandemia di Covid-19;
– identificare, in collaborazione con i bambini, quali attività e servizi sono stati maggiormente colpiti;
– coinvolgere i bambini nella creazione di meccanismi per supportare i loro bisogni al fine di superare l’impatto negativo della pandemia.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.