Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Informazione e sensibilizzazione volte a migliorare l’approccio culturale alla disabilità

Area: Regione Valle d’Aosta | Scadenza: 31 marzo di ogni anno | Settori: cultura, diritti

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

31 marzo di ogni anno

Territorio a cui è rivolto

Regione Valle d’Aosta

Chi eroga il contributo

Regione Valle d’Aosta

Finanziamento complessivo

Contributo per singolo progetto

€ 5.000,00 con cofinanziamento massimo del 50%

A chi è rivolto

Possono concorrere alla presentazione delle domande di contributo per la realizzazione, sul territorio regionale, di attività di informazione e di sensibilizzazione della collettività volte a migliorare l’approccio culturale alla disabilità, ai sensi dell’articolo 6, comma 1, della legge regionale 14/2008, i seguenti soggetti:
– enti locali (comuni e loro consorzi e comunità montane);
– azienda U.S.L. della Valle d’Aosta;
– organizzazioni di volontariato di cui alla l. r. 22 luglio 2005, n. 16 “Disciplina del volontariato e dell’associazionismo di promozione sociale” iscritte nel registro regionale delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale della Regione Valle d’Aosta;
– cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381 “Disciplina delle cooperative sociali”, art. 1, comma 1, e loro consorzi, purché iscritte al registro regionale degli enti cooperativi della Regione Autonoma Valle d’Aosta;
– altri enti che operino sul territorio regionale in maniera qualificata a favore della disabilità.

Che cosa finanza

La Regione promuove le seguenti attività di informazione e di sensibilizzazione della collettività volte a migliorare l’approccio culturale alla disabilità:
– celebrazioni;
– conferenze;
– congressi;
– convegni;
– inaugurazioni;
– manifestazioni pubbliche;
– mostre;
– presentazioni;
– pubblicazioni cartacee o multimediali;
– rassegne;
– seminari;
– azioni di comunicazione di pubblica utilità.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.