Meraviglie del territorio

Area: Provincia di Varese | Scadenza: 22 maggio 2024 | Settori: ambiente, cultura, arte, sociale, sport

Scadenza

22 maggio 2024

Territorio a cui è rivolto

Provincia di Varese

Chi eroga il contributo

Fondazione Comunitaria del Varesotto

Finanziamento complessivo

€ 80.000

Contributo per singolo progetto

Il contributo richiesto non potrà superare il 60% del costo complessivo del progetto, fino a un massimo di € 15.000.

A chi è rivolto

Sono ammissibili gli enti senza fini di lucro, a eccezione delle imprese strumentali, delle cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, delle imprese sociali e delle cooperative sociali. Si ritiene che non perseguano finalità di lucro gli enti del Terzo settore e, nelle more dell’attivazione del Registro Unico Nazionale del Terzo settore: le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato; le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale; le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG; le organizzazioni iscritte al registro delle ONLUS. Possono partecipare anche parrocchie ed enti religiosi.

Che cosa finanza

Il bando intende rendere palese la mappatura delle meraviglie della provincia di Varese e il ruolo degli enti del Terzo settore e della comunità nella loro valorizzazione e fruizione.
Le iniziative dovranno identificare chiaramente una o più meraviglie da valorizzare e, attraverso interventi di sistema che coinvolgano il Terzo settore in sinergia con gli abitanti del luogo, le comunità montane, le scuole i musei, gli enti pubblici, gli enti e le imprese del territorio, le guide e gli operatori locali, ecc. ne progettino la promozione e la fruizione attraverso un insieme di attività ambientali, culturali, artistiche, sociali, sportive, che siano coordinate e coerenti, il più possibile multisettoriali e multidisciplinari.
Le iniziative dovranno contribuire a promuovere, rendere maggiormente fruibili, migliorare l’attrattività, sperimentare forme alternative di servizi culturali, valorizzare le tipicità del territorio, creare una narrazione in connessione con il territorio e anche con le filiere ricettive locali (ostelli, agriturismi, ecc.) che possano fungere da attrattore per una fruizione lenta, sostenibile e di qualità.

Informazioni

Se sei alla ricerca di contributi e hai domande riguardo alla partecipazione ai bandi, scrivi a ReteSicomoro.