Innovazione dell’attività didattica

Area: Comune di Vicenza | Scadenza: 28 febbraio 2019 | Settore: Istruzione

Servizio gratuito realizzato con il contributo del

Scadenza

28 febbraio 2019

Territorio a cui è rivolto

Comune di Vicenza

Chi eroga il contributo

Fondazione Monte di Pietà di Vicenza

Finanziamento complessivo

Contributo per singolo progetto

€ 3.500,00 con cofinanziamento massimo del 70%

A chi è rivolto

Sono destinatari del bando tutti gli istituti scolastici o soggetti statali/comunali o paritari che gestiscano direttamente un istituto scolastico del primo ciclo, con sede nel Comune di Vicenza. Le scuole articolate su più plessi potranno presentare, per ciascuno di essi, un proprio progetto. Ogni richiedente potrà essere partner di un altro richiedente in un solo progetto.

Che cosa finanza

La Fondazione intende promuovere azioni specificamente orientate al mondo dell’infanzia e della pre-adolescenza per sostenerne le esigenze di socialità, formazione cognitiva-educativa e inserimento attivo nel sistema culturale e sociale. I progetti dovranno riguardare l’offerta formativa della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado. Il bando si articola in due linee.
La linea 1 prevede la realizzazione di progetti di arricchimento dell’offerta formativa nelle scuole dell’infanzia e primaria. I progetti potranno realizzarsi in orario scolastico ed extrascolastico e dovranno riguardare attività extra-curriculari. I progetti dovranno portare ad almeno uno dei seguenti obiettivi: arricchimento delle competenze espressive e comunicative, arricchimento delle competenze nel campo delle lingue straniere e dell’informatica, arricchimento delle competenze relative all’interculturalità e progetti per migliorare la continuità scolastica.
La linea 2 si focalizza su progetti riguardanti l’offerta formativa nella scuola primaria e secondaria di primo grado. I progetti dovranno presentare almeno una delle seguenti linee tematiche in relazione agli alunni coinvolti: aumentare la consapevolezza nella scelta della scuola secondaria di secondo grado, incrementare le possibilità di successo del percorso scolastico, sviluppare azioni di contrasto a qualsiasi tipo di discriminazione nella scuola, con particolare riferimento a forme di bullismo, sviluppare azioni a sostegno dell’integrazione di alunni stranieri con particolare riferimento all’apprendimento della lingua italiana, sperimentare azioni educative indirizzate al tema dell’interculturalità e realizzare azioni nelle sedi del Centro Provinciale di Istruzione per Adulti (CPIA) che favoriscano l’assolvimento del diritto-dovere all’istruzione e alla formazione.

Informazioni e consulenza

Banco BPM, nel suo impegno per il non profit, mette a disposizione i propri esperti per individuare le soluzioni migliori per andare a completare la copertura finanziaria del progetto partecipante ad un bando. Per questa e altre informazioni, scrivi a ReteSicomoro.